Accoglienza

Due bambini ucraini accolti nella Asd Come una Volta, giocheranno a basket

Daniel e Timofy, in fuga dalla guerra, ora si trovano ad Albissola Marina

asd Come una Volta,

Albissola Marina. Lo sport è fratellanza, amicizia, solidarietà e accoglienza. Seguendo queste importanti norme, i dirigenti della Asd Come una Volta di Albissola Marina, società presieduta da Tiziana Tobia, hanno accolto, nella squadra di minibasket, allenata da Ursula Cianciaruso, due bambini ucraini, giunti nei giorni scorsi dopo essere scappati, insieme ai genitori, dalla guerra in Ucraina.

Daniel e Timofy, questi i loro nomi, sono stati accolti, nella palestra in località Grana dai dirigenti, tecnici e dai bambini del minibasket dell’associazione albissolese, con un grande cartellone posto in mezzo alla palestra su cui c’era scritto “Welcome”.

Ad attenderli anche il delegato provinciale del Coni di Savona Roberto Pizzorno insieme al consigliere delegato allo sport del comune di Albissola Marina, Anna Pomarici e all’assessore ai servizi sociali e pubblica istruzione Elisa Tomaghelli. Con Pizzorno i fiduciari Francesco Ciocca (Savona III), Stefano Lo Muzio (Pontinvrea), Tiziana Tobia (Albisola Superiore), Andrea Rombola (Stella) e Ursula Cianciaruso (Albissola Marina).

Dopo i saluti di rito, Daniel e Timofy, hanno iniziato a giocare a pallacanestro insieme ai nuovi compagni, sperando di iniziare in Italia una nuova vita. La Asd Come una Volta aveva subito partecipato al progetto accoglienza promosso da Coni, Regione Liguria, federazioni sportive ed enti di promozione sportiva.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.