Incontro urgente

Disabilità, lo sfogo di Fast e Confsal con Trenitalia: “Prevedere soluzioni alternative a comportamenti vergognosi”

Lettera a Toti, Berrino e alla direttrice di Trenitalia Liguria dopo il caso dei disabili rimasti "a terra"

treno disabili

Liguria. “Dopo l’inqualificabile episodio avvenuto lunedì scorso a danno di una comitiva di ventisette disabili, abbiamo chiesto un incontro urgente per avere contezza dell’accaduto ed una sollecita valutazione sulla quantità di posti disponibili sui treni della Liguria”.

Così Mario Pino e Domenico Daniele Geria, rispettivamente di Fast Liguria – la Federazione autonoma dei sindacati dei trasporti – e Confsal Liguria – la Confederazione generale dei sindacati autonomi dei lavoratori – in una missiva indirizzata al Presidente della Regione Giovanni Toti, all’Assessore regionale ai Trasporti e Turismo Giovanni Berrino ed alla Direttrice regionale Trenitalia Liguria Giovanna Braghieri.

“Indipendentemente dall’atteggiamento avuto dai turisti coinvolti, qual é – scrivono i sindacalisti – la reale capacità di soddisfacimento della domanda alla luce della ripresa del turismo ligure post-pandemia? E’ chiaro che il rimborso dei biglietti offerto da Trenitalia ai ragazzi diversamente abili è solo un atto simbolico che rappresenta quasi un obolo a quanto complessivamente si deve scongiurare con eventuali soluzioni alternative a tali vergognosi comportamenti”, concludono Pino e Geria.

leggi anche
treno regionale rock
Grave
I posti riservati sono occupati da altri passeggeri: ragazzi disabili costretti a scendere dal treno
treno disabili
Ricostruzione
Il caso dei disabili, Trenitalia: “Trovata subito soluzione alternativa, rimborseremo il biglietto”
treni stazione principe binari
Altra versione
Treno negato ai disabili, l’associazione accusa Trenitalia e “scagiona” i passeggeri rimasti seduti

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.