Domeniche

A maggio musica dal vivo nei musei di Savona: “Un atto d’amore nei confronti della città e dei suoi tesori d’arte”

Assessore Negro: "L'inizio di un proficuo lavoro di squadra tra Opera Giocosa, Comune e Fondazione De Mari"

Savona. Una commistione tra arti e musica mettendo in rete e in comunicazione i musei della città. E’ da questo principio che è nato il progettoFuori di Musica“, fortemente voluto da Teatro dell’Opera Giocosa e Comune di Savona e sostenuto economicamente dal prezioso contributo della Fondazione De Mari.

Ogni domenica di maggio così gli spazi espositivi della città di Savona si trasformano in universi di creatività capaci di fondere in un tutt’uno la completezza dell’esperienza artistica.

MUSICA DAL VIVO NEI MUSEI DELLA CITTA’

“Fuori di Musica” vuole essere molto più del titolo di un progetto declinato in vari percorsi e incentrato sulla mini stagione concertistica Musica al Museo. La serie di concerti domenicali che – a cura di Loris Orlando – verranno proposti al pubblico diventerà infatti anche un’ideale lente di ingrandimento sui tesori che il territorio savonese rappresenta e custodisce perché andrà a coinvolgere attraverso la musica dal vivo i luoghi storici della città ‘raccontandoli’ attraverso i quattro principali siti museali cittadini, quali il Museo Archeologico, il Museo d’Arte Sandro Pertini e Renata Cuneo, il Museo della Ceramica e la Pinacoteca Civica.

Non si tratterà quindi di concerti tradizionali ma di itinerari che, attraversando le sale espositive, troveranno contestualizzati al loro interno sia l’elemento sonoro sia quello delle opere ivi racchiuse grazie alle spiegazioni dei curatori dei singoli musei e alle “pillole di musica” di Emanuela Ersilia Abbadessa. Con un unico biglietto d’ingresso (con cifra simbolica), sarà quindi possibile trascorrere un’ora al museo godendo al contempo della bellezza sia delle opere esposte sia della grande musica.

“Totalità e infinito” diceva il filosofo Emmanuel Lévinas riguardo alla multiforme bellezza ed eterogeneità della realtà quotidiana. Le stesse che l’Opera Giocosa di Savona andrà ad esaltare facendo uscire la musica dai teatri per rendere “l’arte un universo da vivere attraverso quattro itinerari che renderanno ogni domenica di maggio (alle ore 17) una parentesi capace di racchiudere in sé cultura e incanto”.

DI STEFANO (OPERA GIOCOSA): “ATTO D’AMORE NEI CONFRONTI DI SAVONA E DELLA SUA ARTE”

“Grazie alla sinergia con il Comune e la Fondazione De Mari, porteremo la musica fuori dal teatro per farla vivere nei luoghi simbolo della nostra città – commenta Giovanni Di Stefano, presidente e direttore artistico dell’Opera Giocosa di Savona – oltre che la proposizione di un patrimonio musicale dal valore immenso che si valorizzerà vicendevolmente con le opere d’arte che gli faranno da cornice. Il progetto “Fuori di Musica” vuol essere un atto di amore nei confronti di Savona e dei suoi tesori d’arte che la rendono ricchissima di cultura. Tesori di cui, attraverso la bellezza incommensurabile della musica, va aumentata la consapevolezza perché rappresentano un patrimonio che contribuisce a tratteggiare la peculiare identità cittadina”.

Generico aprile 2022

ASSESSORE NEGRO: “INIZIO DI UN PERCORSO PER VALORIZZARE LA CULTURA DELLA CITTA'”

“Creare una rete museale della città è un percorso culturale lungo, fatto di piccoli grandi passi e questo, grazie alla grande disponibilità di Opera Giocosa e al sostegno indispensabile di Fondazione De Mari, è un bellissimo esordio – è il commento dell’assessore alla Cultura, Nicoletta Negro -. Che sia l’inizio di un proficuo lavoro di squadra, che vede le realtà museali, volano di tante iniziative di valorizzazione, in grado di abbracciare tutte le arti e tornare a far parlare di sé la Savona Culturale”.

“Si tratta di un piccolo seme pronto a germogliare – aggiunge Negro – e il pubblico ha un ruolo chiave in questo. In occasione di queste giornate daremo infatti un questionario ai cittadini per capire chi sono le persone che entrano e partecipano a questi eventi, perchè non entravano prima al museo, se ci sono già entrati e perchè. Iniziamo quindi a fare una fotografia di Savona dal punto di vista culturale al fine di potenziare la fruizione della cultura”.

Generico aprile 2022

PASQUALE (FONDAZIONE DE MARI): “SOSTENIAMO QUESTO PROGETTO DI CRESCITA PER IL TERRITORIO”

Il presidente della Fondazione De Mari, Luciano Pasquale, conclude: “Noi sosteniamo i progetti di crescita per il territorio e questo è uno di quelli, un modo per valorizzare le proposte culturali che la città di Savona ha. Abbiamo la necessità di far conoscere il nostro patrimonio culturale per ispirare sani valori nella collettività. Ringrazio il Comune di Savona che sta dando una spinta alla cultura valorizzandola tramite progetti come questo. Oggi abbiamo bisogno di osare e innovare, anche per sostenere lo sviluppo economico del nostro territorio”.

Generico aprile 2022

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.