Contagi

Covid, 18 positivi alla residenza protetta “Villa Alfieri” di Calice Ligure

Il sindaco Alessandro Comi rassicura: "Situazione monitorata, scattate le misure preventive"

villa alfieri a Calice Ligure

Calice Ligure. “Per quanto lo stato di emergenza sanitaria sia ormai superato almeno nella sua parte burocratica è chiaro a tutti che casi di Covid siano ancora segnalati in tutto il territorio nazionale e che tale virus sia ancora lontano da una sua completa scomparsa. Ovviamente questo vale anche per il nostro comune. L’elenco di Alisa che riporta i nominativi dei cittadini calicesi positivi vede presenti solo 12 persone, quindi molte meno dei mesi precedenti. Sono però purtroppo stati rilevati diversi casi di positività presso gli ospiti della residenza protetta Villa Alfieri, presente nel nostro territorio”.

Lo comunica il sindaco di Calice Alessandro Comi.

Gli ospiti attualmente positivi ai tamponi molecolari effettuati in struttura sono 18, il direttore della stessa ha provveduto al loro isolamento ed il personale sanitario li sta seguendo attentamente, al momento non si registrano casi di particolare gravità ed una sola ospite è stata ricoverata precauzionalmente per un’ancora maggiore assistenza. “Costanti sono la collaborazione e la comunicazione tra la direzione della residenza e l’amministrazione per tutte le iniziative utili al superamento di questa fase, purtroppo prevedibile vista la riapertura delle visite alla struttura e alla continua diffusione del virus”, ha rassicurato il sindaco.

“Ringrazio personalmente il direttore per la prontezza e la chiarezza nelle sue comunicazioni e la sensibilità dimostrata rapportandosi con i familiari dei suoi ospiti”.

“Ci auguriamo che la situazione migliori rapidamente, aggiorneremo in merito la cittadinanza nei prossimi giorni nella speranza che una comunicazione chiara e tempestiva sia il modo migliore per evitare che notizie infondate creino preoccupazioni o peggio ancora possano far pensare a situazioni diverse da quella attuale”.

“Auguriamo un buon lavoro a tutto il personale impiegato nella residenza protetta ed al suo direttore ribadendo loro il nostro supporto ed ai loro ospiti una repentina guarigione” conclude il primo cittadino.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.