Messaggio

“Abbracciamo l’ospedale”, anche il commercio manda il suo segnale: serrande abbassate per la manifestazione

Le attività cairesi resteranno chiuse dalle 14:30 alle 16:30 come segnale di adesione alla protesta per il San Giuseppe

ospedale cairo

Cairo Montenotte.  Serrande abbassate dalle 14:30 alle 16:30, arriva anche dai commercianti cairesi un messaggio di adesione alla manifestazione organizzata per domani (9 aprile) dal Comitato sanitario locale in difesa dell’ospedale San Giuseppe.

Così come avvenuto ad Albenga, anche le attività della Valbormida vogliono essere parte attiva della protesta volta a mandare un segnale alla Regione che, per il nosocomio cairese, ha previsto la formula dell’ospedale di comunità e soprattutto ha ribadito più volte che non ci sarà un pronto soccorso.

Notizie che hanno provocato un forte dissenso da parte del territorio, pronto a scendere in piazza e far sentire la propria voce. Le previsioni parlano di almeno 2mila adesioni alle manifestazione, a cui parteciperanno anche delle delegazioni ingaune (a Cairo Montenotte sono attesi quattro pullman). Lo stesso aveva fatto anche la Valbormida, che l’11 marzo aveva preso parte alla grande marcia per il Santa Maria Misericordia.

Diverse le richieste del territorio, a partire dal riconoscimento del San Giuseppe come ospedale di area disagiata con la conseguente realizzazione del Pronto Soccorso. A tal proposito è stata approvata in consiglio comunale all’unanimità una mozione e presentato un ricorso straordinario al Presidente della Repubblica da parte del Comitato e di tre consiglieri della minoranza che chiedono l’annullamento della delibera regionale che stabilisce la trasformazione del San Giuseppe in ospedale di comunità. Ricorso a cui ha risposto duramente la Regione: “Se passa – hanno fatto sapere – saltano i 10,5 milioni di investimenti”

Tra le richieste dei manifestanti anche alcune per il breve termine, tra cui la riqualificazione del Punto di primo intervento, operativo h24 e non più di sole 12 ore; la dotazione di una seconda automedica 118; la riattivazione del reparto di Medicina e il ripristino di quello di Riabilitazione; la riorganizzazione del Day Surgery e delle attività ospedaliere.

IL PERCORSO DELLA MANIFESTAZIONE

La protesta inizierà alle 14:30 in piazza della Vittoria, dove sono previsti alcuni interventi sul palco. Poi partirà il corteo che si snoderà in: via Roma, corso Italia, corso Mazzini, corso Dante Alighieri. Da corso Dante Alighieri ogni partecipante si affiancherà, girando sulle vie che formano il perimetro dell’ospedale: via Giuseppe Ferraro, corso Martiri della Libertà e via Artisi per ricongiungersi in corso Dante, dove è prevista una breve permanenza. La manifestazione dovrebbe concludersi intorno alle 17.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.