Salvacondotto

Guerra, i Giovani Democratici Liguria lanciano la petizione: “Un corridoio umanitario accademico per gli studenti ucraini”

"Chiediamo che la Regione si adoperi, collaborando con l’Università degli Studi di Genova, per sostenere e accogliere gli studenti ucraini"

Giovani Democratici Liguria Ucraina

Liguria. “Chiediamo che la Regione si adoperi, collaborando con l’Università degli Studi di Genova, per sostenere e accogliere gli studenti ucraini che arriveranno in Liguria prevedendo l’attivazione di corridoi umanitari per famiglie e per profughi in fuga da questa tragedia”. La richiesta arriva dai Giovani Democratici Liguria, Sinistra Universitaria Genova, Partito Democratico Liguria.

“Stiamo seguendo con estrema preoccupazione la drammatica evoluzione della crisi creata dall’invasione Russa dell’Ucraina – spiegano – In questi giorni abbiamo assistito con dolore alla tragedia di tante donne e uomini, studentesse e studenti, a cui sta venendo negato il diritto allo studio”.

“Negli scorsi giorni RuniPace (la Rete delle Università italiane per la Pace promossa dalla Conferenza dei Rettori delle Università Italiane) ha raccolto l’appello della Prorettrice dell’Università Nazionale di Kiev Olena Motuzenk, prevedendo la possibilità da parte degli atenei di attivarsi per incoraggiare azioni concrete a beneficio e sostegno delle vittime della situazione in Ucraina, incluso il ritorno in Italia delle studentesse e degli studenti presenti nelle zone del conflitto”.

“Come Giovani Democratici Liguria, Partito Democratico Liguria e Sinistra Universitaria ci associamo a questa richiesta e chiediamo al gruppo del PD in Regione di farsi da tramite per questo nostro appello a Regione Liguria. Per fare questo abbiamo lanciato una petizione che chiediamo a tutti di condividere e firmare, stare dalla parte di chi soffre in questo momento è un dovere a cui non possiamo sottrarci”.

leggi anche
Invasione russa in Ucraina
Passaggio
Corridoi accademici e umanitari per accogliere gli ucraini in fuga dalla guerra: approvati gli ordini del giorno Pd

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.