Controsenso

Elisoccorso, Brunetto (Lega): “Dal 1 luglio Grifo operativo anche di notte. Ma a Villanova mancano i vigili del fuoco per garantire il servizio”

Brunetto chiede l'intervento di Toti: “Fondamentale evitare che Grifo 'traslochi' altrove”

Elisoccorso Grifo generica

Villanova d’Albenga. Una novità importante, la cui attuazione pare però “ostacolata” da un controsenso. Un controsenso che i consiglieri regionali Brunello Brunetto e Stefano Mai sperano possa risolvere il governatore e assessore alla sanità Giovanni Toti. La novità è l’estensione, anche alle ore notturne, del servizio di elisoccorso effettuato da AirGreen, la società da cui dipende l’elicottero Grifo di stanza a Villanova d’Albenga. Il controsenso è l’assenza di vigili del fuoco al Riviera Airport proprio nelle ore notturne.

A partire dal prossimo 1^ luglio il velivolo di AirGreen potrà volare anche di notte. Il servizio di elisoccorso già garantito dal nucleo elicotteristi dei vigili del fuoco di Genova, dunque, sarà “raddoppiato”, almeno per quanto riguarda il savonese.

Proprio per agevolare al massimo le operazioni, la Provincia ha già allestito più di una dozzina di nuove aree di atterraggio in altrettanti comuni: Osiglia, Millesimo, Murialdo, Mallare, Giusvalla, Cairo Montenotte, Pallare, Calizzano, Bardineto, Stella Corona; altre verranno create presso i campi sportivi di Sassello e Dego (devono essere conclusi gli adempimenti richiesti per l’allestimento) e ad Urbe (si attendono gli esiti del test di volo). Un’altra verrà creata nel prossimo futuro a Pontinvrea.

C’è però un “ma”. E neanche di poco conto, come spiega il consigliere regionale e presidente della commissione sanità Brunello Brunetto: “L’Enac stabilisce che le operazioni di decollo ed atterraggio di Grifo debbano avvenire sempre in presenza dei vigili del fuoco. Ciò riguarda, ovviamente, soltanto la sede di stazionamento: in fase di emergenza, infatti, il velivolo può atterrare ‘in solitaria’ senza alcun problema”.

L’inconveniente è dato dal fatto che “a Villanova, sede di stazionamento di Grifo, i vigili del fuoco sono operativi soltanto nelle ore diurne. Il rischio, quindi, è che Grifo sia sì autorizzato ad effettuare il servizio notturno, ma che poi all’atto pratico non possa farlo per l’assenza di vigili del fuoco durante la fase di decollo ed atterraggio”.

E per cercare di fare il punto della situazione e trovare una soluzione che consenta a Grifo di operare al massimo delle sue possibilità, Brunetto ha convocato per oggi, lunedì 21 marzo, alle 14 una riunione mirata della seconda commissione regionale salute e sicurezza sociale. Durante l’incontro saranno auditi i direttori generali delle Asl liguri insieme a quelli del San Martino e del Gaslini, i responsabili del 118 Liguria, i vertici regionali del corpo dei vigili del fuoco, il responsabile delle aree aeroportuali della Liguria ed il direttore di AirGreen.

La preoccupazione di Brunetto è condivisa dal capogruppo della Lega in consiglio regionale Stefano Mai.

“Allo stato attuale – spiega ancora Brunetto – rischiamo che l’elisoccorso sia costretto a ‘traslocare’ da Villanova in un altro aeroporto in cui i vigili del fuoco sono operativi anche nelle ore notturne. Questo non deve avvenire. Auspichiamo quindi che il presidente ed assessore regionale alla sanità, Giovanni Toti, possa intervenire per fare in modo che questo servizio così importante per tutta la provincia di Savona (e anche quella di Imperia) possa continuare non solo a funzionare ma anche essere esteso sulle 24 ore”.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.