Affondo

Automedica ed elisoccorso, Arboscello (Pd): “Da Toti un altro No alla Val Bormida”

Respinto ordine del giorno sul potenziamento dei servizi sanitari

elisoccorso notturno airgreen

Val Bormida. Con 11 voti a favore (minoranza), 14 contrari e 1 astenuto (Brunello Brunetto della Lega Liguria-Salvini) è stato respinto l’ordine del giorno 567, presentato da Roberto Arboscello (Pd-Articolo Uno) e sottoscritto dai colleghi del gruppo, che impegna la giunta ad attivarsi per dotare la Valbormida di una seconda automedica e implementare l’attività di elisoccorso.

Nel documento si rileva che il presidente della giunta Toti, pur confermando l’impossibilità di dotare l’ospedale di un pronto soccorso, si era dichiarato disponibile a valutare proposte alternative in grado di compensare questa mancanza. Il consigliere ha rilevato che il territorio valbormidese ha manifestato la necessità di una maggiore attenzione per l’emergenza sanitaria.

Il presidente della giunta con delega alla sanità Giovanni Toti ha illustrato nel dettaglio il carico di lavoro dell’automedica attualmente attiva e del servizio di elisoccorso, rilevando che non è particolarmente gravoso, e ha sottolineato che parte delle richieste dell’ordine del giorno sono già state recepite.

Brunello Brunetto (Lega Liguria-Salvini) ha proposto ad Arboscello di portare il documento in commissione per trovare, insieme al presidente Toti, nuove soluzioni per la zona.

Luca Garibaldi e Sergio Rossetti del gruppo Pd-Articolo Uno hanno annunciato voto favorevole all’ordine del giorno. Angelo Vaccarezza (Cambiamo con Toti presidente) ha difeso la politica sanitaria della giunta regionale per l’area valbormidese.

“Dopo il declassamento dell’ospedale San Giuseppe di Cairo Montenotte, sostituito con l’ospedale di comunità a media e bassa complessità (finanziato con il PNRR) che non prevede il pronto soccorso, il presidente Toti si era impegnato con cittadini, sindaci, amministratori e sindacati per attivare delle misure di parziale compensazione per il territorio (riunione del 17 gennaio 2022)”.

“Oggi, ho presentato un Ordine del Giorno che impegnava la Giunta regionale ad attivarsi proprio per dotare la Valbormida di queste misure – una seconda automedica e l’implementazione dell’elisoccorso – necessarie per un territorio che ha difficili collegamenti, a causa della sua conformazione orografica, con gli ospedali della Provincia. La risposta? Un parere negativo da parte della Giunta e l’indicazione di respingere la richiesta, motivando la scelta con l’analisi dei dati, che secondo l’Assessore alla Sanità e presidente Toti non fanno emergere un reale bisogno del territorio”.

“La maggioranza ha votato compatta NO, tranne il Presidente della Commissione Sanità, Brunello Brunetto (Lega), che forse conoscendo meglio di altri le reali esigenze sanitarie, ha deciso di astenersi”.

“Il presidente Toti invece si nasconde dietro i numeri, senza considerare la difficoltà infrastrutturale, geografica, demografica e sociale di un’intera Vallata. E’ la chiara fotografia di una politica sanitaria regionale fallimentare: che non ascolta il territorio, che non mantiene le promesse e che rifiuta la realtà” conclude Arboscello.

leggi anche
Presentazione logo lista Toti
Posizione
Ospedale Albenga, diffida della Regione al Comune. Lista Toti: “Giusto vigilare, non bisogna raccontare falsità”
elisoccorso grifo
Servizio
Elisoccorso, da luglio servizio esteso alle 24 ore con base all’aeroporto di Villanova d’Albenga

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.