Calcio

Serie D, post Vado-Casale. Solari: “Noi creiamo e giochiamo. Gli altri, con la metà delle nostre occasioni, portano via la partita”

"Nel primo tempo il Casale non ha costruito un'azione; secondo e quarto gol loro da annullare. Nel secondo tempo abbiamo sempre avuto in mano il pallino, ma con troppa frenesia". Quarto k.o. di fila: "Dobbiamo rialzarci e invertire la rotta"

Generico febbraio 2022
Foto d'archivio

Vado Ligure. Nella ventunesima giornata del campionato calcistico interregionale di Serie D, il Vado è incappato nella quarta sconfitta consecutiva.

La squadra del presidente patron Franco Tarabotto, che ha sempre perso in questo inizio di 2022, resta a 28 punti. A metà classifica. Il giorno dopo la sfida persa coi piemontesi del Casale, l’allenatore rossoblù Matteo Solari interviene ai microfoni di IVG.it. 

Mister Solari,
Vado 1 – Casale 4. Guardando il risultato, chi non ha visto la partita, penserebbe a un un verdetto senza appello.

Eppure è stata una gara equilibrata, aperta fino all’ultimo. Nel complesso avete fatto anche più voi. Prima del novantesimo sull’1 a 2, sempre a spingere nella metà campo avversaria. Col Casale a difendere il vantaggio. Se andiamo a vedere le palle gol, paradossalmente ne avute di più. Gli avversari hanno capitalizzato al massimo le opportunità: quattro tiri nello specchio, quattro gol.

La sconfitta con la Sanremese la avevamo definita bugiarda. Oggi si potrebbe parlare di risultato “tragicomico”. Eppure, è capitato spesso in questa stagione. A questo Vado sembra mancare sempre un centesimo per fare un euro.

Nella prima parte del primo tempo abbiamo fatto bene. Attaccando il Casale  da dietro, sapendo che tenevano la linea difensiva alta e avevano due centrali non molto veloci. In questo modo è arrivato il gol del nostro vantaggio, con l’inserimento di Capra.

In questa stagione però se cade un meteorite ci picchia in testa. A ogni singolo episodio, palla sporca o deviazione, veniamo davvero castigati. Il Casale nel primo tempo non ha costruito mezza palla gol. Nella ripresa poi si è difeso, sfruttando nel finale le ripartenze.

Il primo gol loro (quello del momentaneo pareggio, ndr) un cross sbilanco dalla sinistra, che non siamo riusciti a liberare. Poi una carambola stranissima e in qualche modo la palla è finita dentro.

Il secondo, figlio del momento, su un cambio gioco molto facile da leggere. Viziato fra l”altro due falli evidenti.”

Le immagini della rete del parziale 1 a 2 segnata da D’Ancora, che ha consentito al Casale di ribaltare il risultato nelle battute conclusive della prima frazione. Mister Solari si sofferma sulla trattenuta di Rossini a recuperare il pallone prima del lancio. E il  “tocco” di mano di Giacchino, a eludere l’intervento del terzino vadese Anselmo (in caduta).

 

Il “rallenty” col tocco di mano di Giacchino,  giocatore del Casale (maglia nera).

Nel secondo tempo avete preso in mano le redini del gioco. Non siete riusciti a segnare e nel finale avete avuto un calo psico-fisico.

Nel secondo tempo abbiamo tenuto sempre noi in mano il pallino in mano, provando a spingere. Col Casale a difendere il vantaggio. Non abbiamo però avuto la lucidità necessaria per trovare la giocata risolutoria. Troppa frenesia, ci è mancata qualità nelle giocate e coralità. Ognuno voleva fare per conto suo. Eravamo sempre lì, tambureggianti, col pareggio nell’aria. Ma non ci siamo riusciti”.

Quanto possono avere pesato le assenze in infermeria?

“L’assenza di Costantini sicuramente ci penalizza sotto l’aspetto della personalità . Perché certamente un giocatore che sa quando accellerare, ralllentare, cercare la giocata più forzata o tenere il pallone.”

Nel finale, al netto degli episodi, come abbiamo detto siete calati sul piano fisico. Il turno infrasettimanale si è fatto sentire.  Ciononostante però, siete stati comunque sul pezzo. Subito dopo il terzo gol, un minuto dopo, avere avuto la chance per la riaprirla.

All’87’ abbiamo preso il terzo gol, su un tiro sbagliato. Ultimamente, ahimè, i tiri sbagliati degli avversari si trasformano in assist strepitosi. È successo anche a Tortona.

Un minuto dopo abbiamo avuto l’ennesima occasione per fare il 2-3. Da fare magari gli ultimi cinque minuti in mischia. Abbiamo fatto un gol solo, ma abbiamo avuto più occasioni/palle gol del Casale. Questo è un fatto oggettivo, come è altrettanto veri che abbiamo perso 1 a 4.  Quindi dobbiamo tirar i fuori da questa situazione.

Sestri Levante, Derthona, Sanremese, Casale. È la quarta sconfitta di fila, come abbiamo già rimarcato. Prima della sosta natalizia 2 soli k.o. in diciassette partite. Legge del grandi numeri? È il momento più difficile della stagione.

A Sestri Levante, in una partita giocata molto male, siamo passati da un possibile 1 a 2 a perdere 2 a 1.  La Sanremese mercoledì scorso è stata nel complesso inferiore a noi, ma ha fatto gol al novantesimo, sfruttando un nostro errore. Non è stata bella, ma si è presa i tre punti.

Quanto può avere pesato giustappunto la partita persa con la Sanremese? Ricordiamo, il Casale non ha giocato il turno infrasettimanale.

Ieri abbiamo fatto la nostra partita, contro una squadra sicuramente molto forte. Abbiamo avuto più palle gol di loro, ma ci è mancata lucidità. Il fatto di avere giocato mercoledì una partita del genere contro la Sanremese, per poi trovarsi con un pugno di mosche, può avere influito”. 

 

 

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.