Scontro

Ripamonti (Lega) contro il presidente Olivieri: “Vuole fare l’uomo solo al comando”

Critiche del senatore leghista Ripamonti al numero uno di Palazzo Nervi su deleghe, trasporto pubblico su gomma e raccolta rifiuti

Savona. “Se il presidente della Provincia vuole fare l’uomo solo al comando lo faccia. Ma ha un ruolo istituzionale e lo faccia valere”. Sono le dure parole del senatore Paolo Ripamonti in merito alle deleghe ai consiglieri provinciali, ancora non assegnate. “Le spartisca come vuole, è il presidente ed è una sua prerogativa. Ma non può portarsi alle riunioni i consiglieri del precedente consiglio”.

E’ un fiume in piena il senatore leghista che entra anche nella questioni Tpl Linea e ambito territoriale ottimale per i rifiuti: “Non facciano i fenomeni e facciano le scelte. Sul trasporto pubblico locale su gomma e raccolta differenziata basta parole al vento. Il presidente ha sconvocato le riunioni perchè temeva di non avere la maggioranza su determinate questioni”.

Se la gara per l’assegnazione a un nuovo soggetto il servizio di igiene urbana nella città della Torretta procede regolarmente, ancora un nulla di fatto a livello provinciale dopo la fumata nera a seguito della riunione che si è tenuta pochi giorni a Palazzo Nervi per l’ambito unico e il conseguente affidamento del servizio a Sat: “Se per i rifiuti ci troviamo in questa situazione è colpa della Provincia. Spero che il presidente porti all’ordine del giorno l’apporvazione del piano industriale”, aggiunge Ripamonti.

Ripamonti espone le sue perplessità relativamente all’affidamento del servizio a Sat, l’azienda che ha partecipato insieme a Iren (perdendo nettamente) alla gara savonese per l’acquisto del 49% di Ata: “Sat è in grado di gestire l’ambito di rifuti unico? Riuscirà a gestire 65 comuni? A queste domande non abbiamo avuto risposte. Si assumano le responsabilità e facciano le cose”.

Per quanto riguarda Tpl, invece, Ripamonti chiede con forza che venga “approvato lo statuto anche dalla Provincia“. E sottolinea: “Ha ottenuto parere favorevole dall’assemblea dei sindaci, dal consiglio di amministrazione di Tpl, dal 98% dei Comuni”. Un obiettivo da raggiungere anche per evitare danni economici all’azienda stessa: “Se Olivieri vuole apportare modifiche, proceda con quanto necessario, poi i cambiamenti possono essere fatte in un secondo momento”.

Siamo pronti alla guerra, il presidente della provincia è un po’ che ci prende in giro”, ha concluso Ripamonti.

leggi anche
Sciopero e presidio in piazza Sisto Tpl
Incontro
Tpl, pressing dei sindacati: “Non c’è più tempo, firmare per l’affidamento in house”
Palazzo Provincia Savona palazzo Nervi
Posizione
Ambito unico rifiuti, sindacati: “Rammarico per non aver centrato l’obiettivo in tempi ragionevoli”
Spazzatura Savona bidoni Savona
Iter
Rivoluzione rifiuti a Savona, aperte le offerte economiche: ecco i punteggi
Ripamonti Vaccarezza doppia
Chiarimento
Cambiamo contro Ripamonti dopo l’attacco a Olivieri e Lambertini: “Parla per sé o per il partito? Rixi, Mai e Brunetto concordano?”
Consiglio provinciale Savona
Nomine
Provincia, Olivieri nomina il vice presidente e conferisce le deleghe

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.