Albenga

Mamma e zia con l’Alzheimer, il Comune: “Disponibili a incontrare Gianluca e a trovare altre soluzioni”

L’assessore Gaia: “Provato diverse strade senza esito. Tutela e benessere delle signore viene prima di tutto: sarebbe meglio evitare situazioni di stress per la zia”

comune albenga municipio

Albenga. Il grido di aiuto di Gianluca non è rimasto inascoltato. A tendere la mano al 50enne albenganese è l’assessore ai Servizi Sociali del Comune di Albenga Marta Gaia, che si è detta “disponibile, insieme agli assistenti sociali, ad incontrarlo nuovamente per trovare una soluzione”. 

Oggi IVG.it ha raccontato la sua storia. Gianluca vive da solo con la mamma e la zia, gemelle 81enni entrambe affette da Alzheimer in fase avanzata, e si occupa di loro in tutto e per tutto, ma per farlo ha dovuto di fatto rinunciare alla sua vita. 

Ha affermato di “aver sempre trovato le porte chiuse ogni qualvolta ha richiesto un aiuto”, ma il Comune, per voce dell’assessore, ha fatto sapere di “averlo incontrato più volte, anche insieme al fratello, e di aver cercato diverse soluzioni”. 

Ma non è ancora stato trovato un punto di incontro e Gianluca, ormai al limite per la situazione, si è detto pronto a mettere in atto un’azione provocatoria dettata dalla disperazione. 

“Non sono più disposto ad aspettare, – ha affermato. – Se entro domenica non otterrò risposte concrete, lunedì mattina (14 febbraio) alle 10 mi recherò in municipio con mia zia e la affiderò al Comune, rinunciando a tutto e girando loro accompagnamento e pensione. Ho bisogno di aiuto perché sono arrivato al limite, non ce la faccio più”, ha affermato il 50enne.

E la risposta dell’assessore non si è fatta attendere: “Tutela e benessere delle signore viene prima di tutto e ritengo che sarebbe meglio evitare situazioni di stress per la zia. Siamo consapevoli della situazione di disagio e sofferenza che sta vivendo Gianluca. Sono già stati erogati contributi da parte del comune per supportare la famiglia nel pagamento della badante”. 

“Durante l’ultimo colloquio telefonico avvenuto ieri, lo stesso Gianluca ha riferito all’assistente sociale di aver rifiutato due inserimenti in struttura in convenzione con Asl per motivi da noi non conosciuti, pur essendoci come Comune resi disponibili ad integrare la quota”, ha proseguito. 

“Anche per questo per la prossima settimana è già stato fissato un incontro (giovedì) a riprova che siamo sempre disponibili a cercare le soluzioni ottimali e condivise da tutti i membri della famiglia, nei limiti delle possibilità e delle competenze comunali”, ha concluso Gaia. 

Più informazioni
leggi anche
Depressione generica
Albenga
Il grido di aiuto di Gianluca: “Mamma e zia con l’Alzheimer, io prigioniero in casa e senza aiuti”

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.