Magazine

L'occhio di vetro

Libri colorati

"L'occhio di vetro" è la rubrica di letteratura di IVG e Genova24, a cura di Ilaria Giorcelli

Occhio Vetro 4 febbraio 2022

I colori, a volte, denotano un certo tipo di lettura: libri gialli, rosa, per fare un paio d’esempi, ma ci sono colori che sfuggono a queste categorie. Ecco quindi la mia personale palette di colori!

VERDE

“IL MIGLIO VERDE”

Un libro al limite tra la biografia e il fantastico, tra le atmosfere cupe del carcere, le brutture dell’uomo e la magia, che percorre quel lungo, lunghissimo, corridoio dal pavimento verde. Amaro e profondo ma allo stesso tempo scorrevole; un libro, edito da Sperling, che anche i non amanti di King non potranno non amare.

“Tutti noi dobbiamo morire, non ci sono eccezioni, lo so, ma certe volte, oddio, il Miglio Verde è così lungo.”

TRAMA

Nel carcere di Cold Mountain, nel braccio della morte, il capo Edgecombe e il suo gruppo di guardie sono abituati alle brutture, ad opera dell’odiatissimo e raccomando Pearcy, e alle stranezze dei suoi occupanti- che hanno il compito di giustiziare- come il topo addestrato dal detenuto Delacroix; ma di certo non sono pronti all’arrivo del gigantesco John Coffey e delle sue doti. Nemmeno dopo anni- il libro è raccontato dallo stesso Edgcombe in una casa di riposo- il pensiero dell’innocenza e della straordinaria natura di quel detenuto lasceranno in pace l’ex capo del blocco E.

Stephen Edwin King, americano del Maine classe del’47, è uno dei più prolifici scrittori del nostro tempo. Molti dei suoi libri e racconti sono stati trasposti in film e serie televisive, firmati da grandi registi come Kubrick, Carpenter, De Palma, Cronenberg e Romero

Un libro per i bambini

Largo alla befana e alla sua scopa volante! Anche se più povera e meno conosciuta di Babbo Natale, la nostra cara vecchietta- che viene di notte con le scarpe tutte rotte- sarà protagonista dei libri per i più piccoli, pronta a dispensare dolciumi e giocattoli.

Per i più piccini

“CAPPUCCETTO VERDE”

Tutti conosciamo Cappuccetto Rosso, ma che ne sappiamo di Cappuccetto Verde? Scopriamolo in questo bellissimo albo- edito da Corraini- in cui Munari gioca con la fiaba più nota di tutte, per stupire lettori dai 4 anni in poi.

“Presto presto, venite tutti – dice Verdocchia ai suoi amici – Cappuccetto Verde è in pericolo, c’è il lupo, corriamo a salvarla! – E via tutti in un balzo.”

TRAMA

Cappuccetto Verde è una bimba vestita di verde che parte, dopo le raccomandazioni della mamma, per andare a trovare la Nonna oltre il bosco. Per fortuna, a differenza della sua omonima in rosso, Cappuccetto Verde non è solo in questa passeggiata: la fida amica ranocchia Verdocchia, infatti, sarà risolutiva per poter scrivere “e vissero tutti felici e contenti” alla fine di questa fiaba.

Bruno Munari (1907-1998) è stato un grandissimo artista, designer e scrittore milanese.

Per i più grandi

“LA BICICLETTA VERDE”

Un libro tratto da un film- e non il contrario come normalmente accade- ma che non perde, anche nella sua forma cartacea edita da Mondadori, la potenza e la speranza da sfogliare dai 10 anni in poi.

“I suoi occhi seguirono la bicicletta. Era come una visione, un sogno. Il più bel sogno che avesse mai fatto.”

TRAMA

Wadjda ha 10 anni e vuole mettere da parte i soldi per comprare una bicicletta- verde e ancora avvolta nel cellophane all’emporio- per gareggiare con il suo amico Abdullah; nulla di strano, sembrerebbe, solo una bambina che vuole una bicicletta. Sarebbe tutto banale se Wadjda non fosse una femmina che vive nella periferia di Ryad, in Arabia Saudita, che gioca con un maschio e vuole inforcare una biciletta. Per lei la storia è molto più dura e amara, ma questo non basterà a scoraggiarla.

Haifaa al-Mansour, classe del ’74, è sceneggiatrice e regista- prima donna regista dell’Arabia Saudita- sia di lungo che di cortometraggi.

Piccole Schegge

Il colore verde ha diversi significati: può rappresentare l’invidia ma anche la speranza e la natura. Se per i significati positivi credo di aver scelto libri significativi; per il “Miglio verde” … certo quel miglio non rappresenta nulla di positivo- visto che conduce direttamente alla sedia elettrica-ma, viste le amare conclusioni del capo Edgcombe, la speranza di avere pace s’illumina sopra quel lungo corridoio.

“L’occhio di vetro” è la rubrica di letteratura di IVG e Genova24, a cura di Ilaria Giorcelli. Ogni settimana un piccolo “sguardo” sul mondo dei libri, con alcuni volumi consigliati per piccoli e grandi. Clicca qui per leggere tutti gli articoli

Più informazioni

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.