Tutela

Inchiesta su Marina di Alassio, Galtieri e Macheda scelgono i loro avvocati difensori

Galtieri e Macheda: "Fiducia nelle indagini. Chiariremo prima del rinvio a giudizio"

comune alassio

Alassio. Angelo Galtieri e Fabio Macheda hanno individuato gli avvocati che li rappresenteranno nel procedimento scaturito a seguito dell‘inchiesta su Marina spa di Alassio, inchiesta che li vede indagati. I due amministratori saranno difesi rispettivamente da Franco Vazio e Giorgio Cangiano.

Per quanto riguarda Galtieri sono due i capi di imputazione. Il primo per “abuso di ufficio” perché, secondo l’accusa, il vicesindaco avrebbe inviato la Sat (Servizi Ambientali e Territoriali) a pulire e sistemare due aree ecologiche nell’area della Marina, che sarebbero situate però fuori dall’area prevista dal contratto. Il secondo capo d’accusa, invece, è per “imbrattamento” e nasce dall’intercettazione di una telefonata intercorsa tra Galtieri e il direttore del porto, nella quale il vicesindaco lo avrebbe invitato a “cospargere di grasso due scalandroni (passerelle per lo sbarco) per evitare ad alcuni gruppi di giovani di utilizzarli per i tuffi in mare”. Per quanto riguarda Macheda, invece, l’accusa è di “rivelazione di segreti d’ufficio”, in questo caso pare per via di un documento sempre relativo alla gestione di Marina Spa.

Ad Angelo Galtieri è stato contestato il fatto di aver incaricato Sat di ripulire le isole ecologiche all’interno del porto Luca Ferrari e di intervenire sugli scalandroni del Molo, per dissuadere i ragazzi dal tuffarsi. Per l’assessore Macheda si ipotizza il reato di rivelazione di segreti d’ufficio poichè, in qualità di Assessore alle Partecipate, avrebbe inviato documenti secretati che facevano riferimento sempre alla gestione del porticciolo”.

Nella giornata di ieri sono stati notificati agli assessori i verbali di identificazione e dichiarazione domicilio per le notificazioni, nomina del difensore di fiducia e di informazione alla persona sottoposta a indagini sul diritto di difesa. I due assessori sono stati quindi invitati a individuare i rispettivi difensori rispetto a quanto emerso nel corso dell’indagine che riguarda Marina Spa.

“C’è piena fiducia nelle indagini dell’Arma e della Procura di Savona – l’unanime commento di Galtieri e Macheda – confidiamo di chiarire le rispettive posizioni e i fatti, prima del rinvio a giudizio nelle sedi di giustizia”.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.