La circolare

Covid e scuole: didattica in presenza con un positivo in attesa dell’Asl

Il presidente e assessore regionale alla sanità Giovanni Toti: "Oltre il 90% dei liguri con almeno una dose, in arrivo altri vaccini"

tampone covid drive through

Liguria. “Oltre il 90% della popolazione ligure over12 ha effettuato almeno una dose di vaccino, oltre il 58% ha avuto anche la dose booster. La campagna vaccinale prosegue, grazie anche alle nuove dosi di vaccini Moderna e Pfizer, anche pediatrico, che saranno consegnate alla Liguria nei prossimi giorni, a partire da domani e per tutto il mese di febbraio”.

Così il presidente della Regione Liguria e assessore alla Sanità Giovanni Toti traccia il quadro della situazione delle vaccinazioni anti Covid in Liguria.

In particolare, nel mese di febbraio saranno consegnate alla Liguria 152.370 dosi di vaccino Pfizer adulti, 48mila dosi di Pfizer pediatrico e 50mila dosi di vaccino Moderna.

Proseguono anche le vaccinazioni tra i più piccoli, con il 23,95% dei bambini tra 5 e 11 anni vaccinati con almeno una dose e quasi il 10% che ha già completato il ciclo vaccinale a fronte di 4.460 prenotazioni per vaccini che saranno somministrati nei prossimi giorni. A questo proposito, stiamo anche potenziando la rete degli hub territoriali a disposizione delle famiglie.

Per quanto riguarda l’andamento della pandemia, “rimane inviato il numero di pazienti ricoverati nei nostri ospedali – osserva il presidente della Regione – a conferma del raggiungimento del plateau per quanto riguarda la circolazione del virus, che ci aspettiamo inizi presto a calare in modo costante e progressivo. Grazie ai vaccini, stiamo superando la quarta ondata mantenendo uno stile di vita il più normale possibile, con le attività economico produttive aperte. Rimane purtroppo significativo il dato relativo ai decessi, che temiamo saranno gli ultimi a diminuire come accaduto nelle precedenti ondate: sono 24 quelli registrati oggi, avvenuti in cinque giorni, per cui rivolgo le condoglianze ai familiari”.

SCUOLA
Regione e Alisa hanno inviato una circolare ai dirigenti scolastici “per favorire la didattica in presenza e rendere il più possibile omogenee le misure adottate – spiega Toti – qualora ci fosse uno studente positivo al Covid-19. In particolare, abbiamo previsto che i bambini e i ragazzi delle scuole continuino ad andare in classe, in presenza, in attesa della comunicazione ufficiale da parte della Asl del provvedimento di quarantena”.

La circolare prevede infatti la prosecuzione dell’attività didattica in presenza, senza sospensioni, in attesa della comunicazione da parte della Asl alla scuola del provvedimento di quarantena. Solo in via del tutto eccezionale e urgente e in stretta collaborazione con la Asl, il dirigente scolastico potrà sospendere temporaneamente la didattica in presenza, in attesa della formalizzazione del provvedimento del Dipartimento di Prevenzione. Il documento evidenzia poi l‘esclusiva competenza della Asl sia nella valutazione dello stato di ‘contatto di caso’ sia nella disposizione delle misure da intraprendere, inclusi l’isolamento dei positivi e la quarantena dei contatti.

Per quanto riguarda i tamponi antigenici rapidi per i bambini delle elementari, già gratuiti in Liguria da metà gennaio, Regione ha recepito l’ordinanza del Commissario straordinario per l’Emergenza Figliuolo relativa al regime di auto-sorveglianza: da giovedì 3 febbraio nel caso di un “contatto di caso” confermato e comunicato dalla scuola (a seguito del provvedimento della Asl), in relazione ai tamponi di auto sorveglianza (T0 e T5) le famiglie degli studenti potranno recarsi in un hub pubblico (Asl/Istituto Gaslini), su prenotazione oppure ad accesso diretto, in modalità drive/walk through.

In alternativa, potranno rivolgersi al proprio pediatra o medico di medicina generale che effettueranno il test gratuitamente oppure rilasceranno idonea ricetta elettronica (dematerializzata) indispensabile per effettuare gratuitamente il test nelle farmacie o negli hub convenzionati.

Nulla cambia, invece, per quanto riguarda i tamponi necessari per il rientro a scuola dopo il periodo di isolamento o quarantena: in questi casi la gratuità dei test è stata prevista da Regione Liguria e quindi resta sufficiente il provvedimento della Asl per consentire alle famiglie di effettuare i tamponi gratuitamente in tutti gli hub e punti tampone, pubblici e privati.

Questo l’elenco dei punti tampone pubblici a disposizione delle famiglie nella Asl 2 Savonese per l’esecuzione dei tamponi legati al percorso scuola (su prenotazione oppure ad accesso diretto in modalità drive/walk through):

TAMPONE ANTIGENICO RAPIDO
• Savona – via Brilla, martedì e giovedì dalle 9 alle 13.30
• Carcare – via del Collegio, martedì e giovedì dalle 9 alle 13.30
• Albenga – Stadio Riva, martedì e giovedì dalle 9 alle 13.30
I tamponi vengono eseguiti solo a seguito di provvedimento Asl. Il provvedimento e l’autocertificazione necessarie per fare il tampone vengono trasmesse dalla scuola alle famiglie tramite il registro elettronico.

TAMPONI MOLECOLARI
Per effettuare il tampone è necessaria la segnalazione a cura del proprio pediatra o del proprio medico attraverso il portale dedicato (Poliss). Seguirà contatto telefonico da parte di un operatore con l’indicazione del giorno e ora dell’appuntamento.
• Quiliano – Mercato Ortofrutticolo Pilalunga, lunedì, mercoledì, venerdì dalle 13.30 alle 15
• Albenga – Stadio Riva, lunedì, mercoledì, venerdì dalle 10 alle 13.30.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.