Aspettative

Toti: “Oltre 15 mila vaccini ai bambini dai 5 agli 11 anni, ora acceleriamo. Nel reparto di Bassetti nessuna polmonite con tre dosi”

I dati della Regione: in Liguria sono 15.568 i bambini che hanno già ricevuto almeno la prima dose su 22.885 prenotati, su una platea di 78mila utenti

Generica

Liguria. “Dopo aver superato il 50% della popolazione over 12 vaccinata con la terza dose, da domani ci aspettiamo un’accelerazione anche nella fascia tra i 5 e gli 11 anni. In Liguria sono 15.568 i bambini che hanno già ricevuto almeno la prima dose su 22.885 prenotati, su una platea di 78mila utenti. L’ospedale pediatrico Gaslini sarà in grado di effettuare circa 1.200 vaccini a settimana così come in tutte le Asl non si registrano tempi di attesa“.

Così il presidente di Regione Liguria e assessore alla Sanità Giovanni Toti in merito all’andamento della campagna vaccinale.

“I numeri dell’ultimo report dell’Istituto superiore di sanità ancora una volta parlano chiaro – ha spiegato il presidente Toti -: i non vaccinati corrono 39 volte in più il rischio di finire in terapia intensiva rispetto a chi ha fatto 3 dosi di vaccino e 33 volte in più quello di non sopravvivere al Covid. In Liguria tre over 80 su quattro (75,17%) hanno già ricevuto la terza dose, così come ha ampia copertura vaccinale anche la fascia tra i 70 e 79 anni dove il 72,28% ha ricevuto la booster, mentre la fascia tra i 60 e 69 ha raggiunto una copertura del 61,5%”.

“Nel reparto del professor Bassetti, all’ospedale policlinico San Martino, nell’ultimo mese, non è stato ricoverato neanche un paziente con polmonite che avesse ricevuto tre dosi di vaccino. In questo momento è necessario snellire la burocrazia e continuare la nostra vita perché il vaccino è l’unica arma per uscire dalla pandemia”, ha concluso Toti.

Più informazioni
leggi anche
tampone covid
Bollettino
Covid, finalmente buone notizie: in Liguria calano positivi e persone in quarantena

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.