Turbolento

Tenta di abusare dell’ex, prova a sfondare la porta di casa a calci e dà in escandescenza al comando carabinieri: arrestato

Deve rispondere di atti persecutori, violenza sessuale e resistenza a pubblico ufficiale

Carabinieri Albenga

Albenga. Quest’oggi i carabinieri della stazione di Albenga e gli uomini del nucleo operativo-radiomobile della compagnia ingauna hanno arrestato un 48enne pregiudicato, cittadino comunitario, con le accuse di atti persecutori, violenza sessuale e resistenza a pubblico ufficiale.

Oggi pomeriggio, in evidente stato di ubriachezza, si è presentato presso l’abitazione della ex convivente, di nazionalità marocchina, e, con chiari intenti sessuali, l’ha afferrata per i glutei. La donna è riuscita però a divincolarsi e a fuggire in strada, chiedendo poi aiuto. Nel frattempo la centrale operativa, allertata da alcuni cittadini, ha inviato sul posto una pattuglia che appresi, i fatti dalla vittima, ha prelevato l’uomo accompagnandolo presso il comando dei carabinieri.

La donna ha poi denunciato ai carabinieri gli atti persecutori perpetrati dall’uomo, per il quale il Pm ha disposto la diffida ed il deferimento in stato di libertà. Tuttavia mentre la donna era ancora intenta a formalizzare la denuncia l’uomo si è recato nuovamente presso la sua abitazione (presso la quale si trovavano i due figli minori) della donna) colpendo la porta e tentando di entrare all’interno.

Sul posto è quindi giunta una nuova pattuglia del Norm, che dopo aver prelevato e ricondotto l’uomo in comando lo ha dichiarato in arresto. Questi, nel corso delle operazioni di foto-segnalamento propedeutiche alla sua carcerazione, ha opposto resistenza ai militari impedendo, di fatto, l’esecuzione della procedura.

L’arrestato, temporaneamente rinchiuso all’interno delle camere di sicurezza, su disposizione del Pm verrà accompagnato presso il Genova Marassi a disposizione dell’autorità giudiziaria.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.