Venerdì 7

Settecento anni dalla morte di Dante, Spotorno lo ricorda con un viaggio tra cinema e musica

"Non sembiava immagine che tace", il titolo dello spettacolo che andrà in scena presso la Sala Palace

Generico gennaio 2022

Spotorno. In occasione del settimo centenario dantesco gli artisti Ferdinando Molteni, Elena Buttiero e Anita Frumento presentano un viaggio tra cinema e musica dal titolo “Non sembiava immagine che tace”, in cui musica dal vivo accompagnerà un film muto del 1911. Due straordinarie opere d’arte – un film e una composizione musicale – tornano per far rivivere, nel settimo centenario della morte, l’incanto e il mistero della Divina Commedia.

“L’Inferno” è un film muto realizzato nel 1911 da Francesco Bertolini, Giuseppe de Liguoro e Adolfo Padovan che ebbe, negli anni pionieristici del cinema, uno straordinario successo in Italia e all’estero. “La Divina Commedia: illustrazioni drammatico-musicali per pianoforte a quattro mani” è invece una raffinata, vigorosa e romantica composizione di Cesare San Fiorenzo (1875).

Il progetto multimediale coniuga le due forme d’arte – cinema e musica – in un recital che unisce le immagini tratte dal film recentemente restaurato e l’esecuzione dal vivo di pagine, raramente eseguite, tratte dall’opera di San Fiorenzo.

Gli eventi si avvalgono del Patrocinio del Comitato per la celebrazione dei 700 anni dalla morte di Dante Alighieri del Ministero dei Beni Culturali.

L’ingresso è libero su prenotazione al numero 347.2292495. Per accedere all’evento è necessario il certificato Green Pass rafforzato sopra i 12 anni. L’appuntamento è quindi per venerdì 7 gennaio 2022  a Spotorno presso la Sala Palace, via Aurelia, 121 alle ore 17.00.

Più informazioni

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.