Divergenze

Raddoppio ospedale Albenga, Rozzi (FdI): “Con quale personale? Stop a proclami acchiappa-consensi”

Il consigliere pietrese contro Tomatis, collega di partito albenganese: "Evitiamo di gettare fumo negli occhi ai cittadini riempiendoci la bocca di proclami acchiappa-consensi"

santa corona - ospedale albenga

Pietra Ligure. “In questi giorni sto leggendo dichiarazioni di ogni sorta sul futuro dell’ospedale di Albenga, con addirittura un ordine del giorno che ne chiede il raddoppio strutturale. Mi piacerebbe sapere con quale personale si penserebbe di occuparlo. La crisi del sistema sanitario nazionale è sotto gli occhi di tutti. La carenza di professionisti, in special modo nelle aree critiche quali pronto soccorso, anestesia e rianimazione, è conclamata. La coperta non è corta, è cortissima. I cittadini hanno bisogno di risposte a bisogni sanitari che, per fortuna, nella maggioranza dei casi non rappresentano emergenze reali”. Lo comunica, in una nota, il consigliere comunale e capogruppo di Fratelli d’Italia nel consiglio comunale di Pietra Ligure Silvia Rozzi.

“Le risorse del PNRR – spiega –  vanno in questa direzione: identificazione case della comunità, potenziamento delle cure domiciliari e creazione ospedali di comunità. Questo serve davvero alle persone: medici di base presenti e facilitati nell’accesso a radiologia, laboratori e specialisti, personale multidisciplinare integrato che faciliti anche la gestione delle cronicità (aspetto estremamente rilevante in una regione ‘anziana’ come la Liguria), alleggerimento dei posti letto per acuti ed appoggio alle famiglie”.

“Quindi evitiamo di gettare fumo negli occhi ai cittadini riempiendoci la bocca di proclami acchiappa-consensi. E mi dispiace ancor più che una tale proposta sia sostenuta dal mio omologo in consiglio comunale ad Albenga Roberto Tomatis. Credo che su argomenti così delicati si debba parlare solo se si conosce la materia o la si è studiata a fondo, evitando di fare demagogia. Almeno per ciò che mi riguarda, questo distingue Fratelli d’Italia dagli altri partiti” conclude Rozzi.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.