Digitalizzazione

Quiliano, dal 14 gennaio certificati anagrafici anche in tabaccheria

L'iniziativa partirà in tre attività del territorio e presto sarà allargata

comune quiliano

Quiliano. Venerdì 14 gennaio parte ufficialmente il nuovo servizio di rilascio dei certificati anagrafici presso le tabaccherie del territorio. Come annunciato nei mesi scorsi, Quiliano è il primo Comune in provincia di Savona ad aver attivato la convenzione con la Federazione Italiana Tabaccai che permetterà agli esercizi locali di partire con questa iniziativa, nata con l’obiettivo di semplificare i servizi per i cittadini che non dovranno necessariamente recarsi in Comune per ottenere questi documenti.

Attraverso la collaborazione di Novares, società del gruppo FIT, con i servizi demografici e informatici della Città di Quiliano, le tabaccherie del territorio che partiranno in via sperimentale per il nuovo progetto sono tre e risultano dislocate rispettivamente a Quiliano, Pilalunga e Valleggia, garantendo quindi la copertura di una vasta area territoriale dell’ente. A breve, in una seconda fase, l’adesione al progetto potrà essere estesa a tutte le tabaccherie associate alla FIT sul territorio di Quiliano. In tal modo il numero dei punti vendita convenzionato aumenterà, garantendo così una grande rete civica al servizio dei cittadini.

Ad inaugurare questo nuovo servizio sarà il sindaco Nicola Isetta, accompagnato dal presidente provinciale FIT Savona Nicola Pesce, che alle ore 10.30 ritirerà il primo certificato anagrafico, rispettivamente presso la rivendita tabacchi n°1, in via Antonio Porcile n. 19/21 (loc. Quiliano), la rivendita tabacchi n. 3, in via Armando Diaz n. 32 (loc. Valleggia) e la rivendita tabacchi n. 9 in via Silvio Torcello n. 3 (loc. Pilalunga).

“Con questa importantissima iniziativa – dichiara il sindaco Nicola Isetta – i cittadini non dovranno più recarsi necessariamente presso la sede comunale, ma potranno ottenere questi documenti in tabaccheria. Questo intervento rientra nella programmazione della nostra Amministrazione comunale, rivolta alla digitalizzazione dei servizi civici, all’utilizzo dello sportello telematico e dei servizi in rete, rivolta a tutti i nostri concittadini”.

“La difficile esperienza della pandemia – prosegue Isetta – ci ha fatto capire quanto sia necessario ridurre i vincoli burocratici, semplificare le procedure, aprire il Comune al territorio in una logica virtuale e di presenza vera. Seguendo lo spirito del Pnrr, difatti, lavoriamo per fornire nuovi servizi e interventi per una rivoluzione digitale, solidale e inclusiva nella gestione dei servizi alla comunità. I certificati anagrafici disponibili nelle tabaccherie sono un primo esempio concreto di apertura al territorio e soprattutto di sviluppo dei servizi erogati ai cittadini, senza più bisogno di recarsi direttamente presso gli uffici comunali.”

“Siamo davvero soddisfatti – aggiunge Marco Pesce, presidente della Federazione Italiana Tabaccai della provincia di Savona – di poter collaborare con le istituzioni affinché le nostre attività possano essere vicine ai cittadini, agevolandoli nelle loro incombenze quotidiane e svolgendo così anche una funzione di servizio tutto compreso: niente file, niente strumenti e niente preoccupazioni. Si tratta dunque di un servizio chiavi in mano. La nostra categoria ha risposto subito a questo nuovo progetto e presto altre tabaccherie vi aderiranno”.

Ma quali sono i certificati che potranno essere erogati dalle tabaccherie? Eccoli nel dettaglio: anagrafico di nascita, di morte, di matrimonio, di cittadinanza, di esistenza in vita, di residenza, di stato civile, di stato di famiglia, di residenza in convivenza, di stato di famiglia Aire, di stato libero, di unione civile, di convivenza.

Per ogni operazione di rilascio dei certificati, il costo è di 2 euro (IVA compresa).

Più informazioni
leggi anche
Quiliano - Comune
Inconveniente
Quiliano, slitta il rilascio dei certificati anagrafici in tabaccheria

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.