Richiesta

Pesta suina, in Liguria 7 casi. Piana: “Chiederemo al ministero indennizzi per gli allevatori”

Domani l'incontro con il Ministro Stefano Patuanelli

cinghiale

Liguria. “Abbiamo già fatto richiesta al Governo di aiuti per l’emergenza peste suina e domani, martedì 25 gennaio, incontreremo ufficialmente il Ministro Stefano Patuanelli con il presidente Giovanni Toti”.

Lo annuncia il vice presidente della Regione Liguria con delega all’Allevamento Alessandro Piana che sottolinea come la richiesta sia prioritaria per tutelare il lavoro di chi presidia il territorio tutto l’anno, impedendo così l’abbandono dei terreni con conseguenti danni paesaggistici, ambientali e sociali.

“Il settore suinicolo – continua Piana – è già provato dalla crisi di questi anni. La nostra proposta è di indennizzi a capo per gli allevatori professionisti (in regola con l’Anagrafe suina) sia sui suini pronti per la macellazione sia per quelli in accrescimento. Andrebbe inoltre compensato il mancato reddito dei mesi di chiusura previsti prima del via libera al ripopolamento sulla base delle entrate dell’anno immediatamente antecedente. Si chiede inoltre di indennizzare il costo di smaltimento, spesso molto oneroso, per gli allevatori costretti ad abbattere gli animali”.

Intanto continuano i monitoraggi: fino ad oggi sono acclarati 7 casi di peste suina (1 a Isola del Cantone, 2 a Ronco Scrivia, 3 a Campo Ligure e 1 a Rossiglione).

Più informazioni
leggi anche
Cinghiale
Resoconto
Peste suina, Piana: “Al momento in Liguria dati stabili”. Il Ministero ha stanziato 50 milioni
Cinghiale
Proposta
Peste suina, il ministero dell’agricoltura: “Nomina di un commissario? Ora è prematuro”
Cinghiali Verdi Savonesi
Alt
Peste suina, la Regione chiede ad Autostrade il ripristino delle recinzioni a protezione delle carreggiate
cinghiale
Confronto
Peste suina africana, incontro tra capigruppo regionali M5S e Patuanelli: “Massima attenzione e pieno supporto al ministro”

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.