Il Varazze ai play off sarebbe un’impresa. Il Taggia, vincendo a tavolino contro l’Alassio, è salito a 23 punti. Sono dunque cinque le lunghezze che separano i nerazzurri dal traguardo. Oltre ai giallorossi, la squadra di Mazzocchi dovrebbe mettersi alle spalle anche Pietra Ligure e Ventimiglia.

Detto questo, i nerazzurri sono imbattuti nel girone di ritorno e un exploit nelle prossime partite potrebbe alzarne le quotazioni. Nel girone di ritorno, la squadra ha vinto tre volte, contro Alassio, Ospedaletti e Taggia, e pareggiato contro Cairese e Pietra Ligure. C’è lo zero nella casella delle sconfitte.

Ieri, contro un Ospedaletti ridotto ai minimi termini, il Varazze è stato guidato da Max Marzano, visto che il tecnico Mazzocchi era out per quarantena. Dopo un primo tempo finito 1 a 1, la formazione nerazzurra ha dilagato nella ripresa imponendosi 4 a 1.

Così, ospite di Mixed Zone, Max Marzano: “Il merito va a mister Mazzocchi. Negli allenamenti cerco di imparare e di mettere a disposizione le mie conoscenze per dare una mano. Ho avuto l’opportunità di fare l’esordio come allenatore in Eccellenza. Sono contento che sia andata bene, perché la partita era complicata già dall’inizio: poteva essere deleterio per noi pensare che la partita fosse facile. Da subito, sia Severi sia Patrone hanno provato a essere della gara ma non ce l’hanno fatta. Abbiamo schierato Brini come centrale difensivo un 2003”.

“Nel primo tempo abbiamo fatto fatica a trovare spazi. Dopo l’1 a 0, per assurdo, la squadra si è disunita. Nell’intervallo, abbiamo chiacchierato per cercare di far cambiare il vento: i ragazzi sono stati bravi a renderla semplice. In generale, si è creata una bella sinergia col mister. Lavoriamo prevalentemente con la palla. Diamo sempre un occhio quindi alla tecnica individuale. Lavoriamo anche sul reparto. La sintesi è questa”, ha poi aggiunto.

leggi anche
Generico gennaio 2022
Calcio
Eccellenza “A”: l’Albenga rialza la testa, Finale e Varazze gioiscono

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.