By baba jaga

“Gennaio, mese della Memoria”: attività ed eventi al Palazzo del Tribunale di Finalborgo

Incontri, una biblioteca dedicata alla Legalità, uno spettacolo teatrale e un'itinerario sul tema del Testimone

palazzo del tribunale Finale

Finale Ligure. Già da molti anni Associazione Baba Jaga si impegna per proporre cicli di eventi, convegni, mostre e spettacoli teatrali che affrontino celebrazioni sentite e importanti come quella del 27 gennaio, giornata per commemorare le vittime dell’Olocausto, evitando il rischio di incappare nella retorica.

Anche questo gennaio 2022 è, dunque, iniziato all’insegna della riflessione e dell’impegno con la conferenza-incontro tra le scuole superiori del territorio e il noto genetista e scrittore Guido Barbujani, ordinario di genetica all’Università di Ferrara, che ha parlato e discusso con i ragazzi su temi quali razzismo, migrazioni e storia dell’evoluzione umana.

Un altro tassello importante all’interno delle iniziative per “Gennaio, mese della memoria” è stata l’inaugurazione della “Piccola Biblioteca della Legalità”, progetto realizzato in collaborazione con “Per questo mi chiamo Giovanni” proposto dal Presidio Ponente savonese di Libera, con il patrocinio del Comune di Finale Ligure e realizzato grazie ai fondi dell’Otto per Mille della Chiesa Valdese. Grazie alla nascita di questa vera e propria biblioteca tematica, dove trovano casa volumi divisi per genere e fasce d’età, tutti afferenti a temi quali giustizia, uguaglianza, rispetto, diritti e responsabilità, Baba Jaga ha potuto avviare diversi progetti con le scuole che troveranno spazio nell’evento principale di questo mese ricco di iniziative.

Partirà questa mattina (lunedì 24 gennaio) l’Itinerario Memoria 2022, un percorso espositivo fruibile mediante modalità multimediale, che presenterà un breve ciclo di podcast corredati da pannelli esplicativi scritti dagli allievi delle classi terze delle Scuole Secondarie di Primo Grado di Pietra Ligure e Borgio Verezzi. Oggetto cardine della narrazione è il tema del Testimone, la figura che – non essendo né vittima, né carnefice – assiste ad un fatto come semplice spettatore, vivendo il conflitto di chi sta ai margini dell’azione, senza poter (o voler) intervenire.

Quella dell’Itinerario Memoria è un’esperienza di tipo immersivo ed emozionante di cui si potrà beneficiare in totale sicurezza, ascoltando le voci dei diversi testimoni che faranno scattare nel pubblico un’identificazione, uno stesso interrogarsi: “E io cosa farei? E io cosa avrei fatto?”.

L’Itinerario Memoria sarà visitabile presso il Palazzo del Tribunale di Finalborgo (Piazza del Tribunale, 11) dal 24 al 30 gennaio la mattina per le scuole e il pomeriggio dalle 15.00 alle 18.00 per il pubblico. Tutte le visite sono su prenotazione obbligatoria.

Le iniziative di “Gennaio, mese della Memoria” termineranno sabato 29, alle ore 21 con “Cara Virginia_Si fa così perché così si fa”, uno spettacolo che racconta una tragicomica storia d’amore sullo sfondo del periodo coloniale italiano, per mostrare come tutti noi siamo (ancora oggi) vittime dei nostri preconcetti e chiusure di fronte al diverso. “Cara Virginia” è uno spettacolo di e con Chiara Tessiore, regia di Annapaola Bardeloni, produzione Associazione Baba Jaga; fa ritorno al Teatro delle Udienze dopo aver vinto i bandi “Casa con vista Fringe” e “Maldipalco” 2019, nonchè la Menzione Speciale al Premio di drammaturgia internazionale Carlo Annoni 2021 al Piccolo Teatro di Milano.

Per informazioni e prenotazioni visitare il sito www.teatrodelleudienze.org oppure telefonare al 351/5699339.

leggi anche
giovanni toti
Celebrazioni
Giorno della Memoria, Toti: “Piantare le radici nel ricordo per non commettere gli errori del passato”

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.