Post

Finale da poker con i giovani, Pietro Buttu: “Avere tanti giovani non è un alibi per noi”

L'allenatore elogia il gruppo e i senatori della squadra plaudendo anche al lavoro dei tecnici della Juniores

Il primo tempo di Arenzano-Finale è stato equilibrato, un andamento di gara rispecchiato dal punteggio di 1 a 1 al duplice fischio. Il Finale ha fatto valere la maggior caratura nella ripresa, segnando tre goal nel giro di poco tempo e chiudendo di fatto la partita. Se si guarda alla gara nel suo complesso, i giallorossi hanno concesso molto poco all’Arenzano.

Il Finale ha dovuto fare i conti con molte defezioni, come l’Arenzano del resto. “Al gruppo portante di questa squadra – commenta mister Pietro Buttu –  ho detto che i tanti giovani in campo non avrebbero dovuto  rappresentare un alibi. Non sarebbe stato giusto nei loro confronti. Sono estremamente soddisfatto della partita perché abbiamo affrontato queste settimane complicate causa pandemia senza Fabbri, Galli, Garibbo, Andreetto, Odasso. Più Faedo e Scalia che non sono al massimo. La squadra ha dimostrato di avere un grande cuore. Grandissima prestazione contro una delle squadre più in forma delle ultime settimane”.

Nonostante l’ottima prestazione, per la formazione finalese non è stata una passeggiata di salute. L’Arenzano ha reagito con decisione al goal del vantaggio giallorosso. In questo frangente è uscita fuori la maturità e la voglia di sacrificarsi della squadra: “I ragazzi crescono gara dopo gara e diventano giocatori importanti. I più esperti mettono a loro agio i ragazzi. Bisogna dare merito al lavoro di Sgambato e Spadoni con la Juniores. Quest’anno sono facilitato, io non faccio niente”.

leggi anche
Generico gennaio 2022
Live
Eccellenza: il Finale dilaga nella ripresa, Arenzano battuto 4 a 1
Eccellenza A: Finale-Genova Calcio
Linea verde
Solido e giovane: il Finale di Buttu sfida le big del presente e prepara un futuro ai vertici

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.