Preoccupazione

Caro bollette, Garibaldi (Pd): “Serve piano straordinario regionale per mitigare gli aumenti”

"Il rincaro delle bollette rischia di aumentare le disuguaglianze e provocare ulteriori disagi mettendo in ginocchio famiglie e imprese già provate dalla crisi legata al Covid"

Regione Liguria palazzo regione

Liguria. “Il rincaro delle bollette rischia di aumentare le disuguaglianze e provocare ulteriori disagi mettendo in ginocchio famiglie e imprese già provate dalla crisi legata al Covid. Per questo chiediamo alla Regione Liguria che affianchi alle azioni del governo, tutte le iniziative necessarie per mitigare l’aumento dei costi di luce e gas”. A dirlo è il capogruppo del Partito Democratico Luca Garibaldi, che chiede anche alla Regione di impegnarsi per mitigare il caro bollette.

“Serve un vero e proprio piano straordinario, con risorse disponibili – osserva Garibaldi – per non soffocare la ripresa a cui il paese sta assistendo, dando linfa a chi lavora e ai cittadini, per non soccombere. Contrastare il rincaro dei prezzi dell’energia significa non incrementare le disuguaglianze e mettere un argine alla povertà. Non si può, inoltre, rischiare di perdere quanto fatto anche in termini di investimenti per la transizione ecologica – quello che questa crisi potrebbe causare – che anzi vanno incrementati per contrastare il cambiamento climatico”.

“Bisogna mettere in campo risorse e stabilire criteri di distribuzione a partire da chi è più in difficoltà, per far incidere il meno possibile questi rincari sulla vita delle persone. In questo senso la giunta regionale dovrebbe valutare l’utilizzo di tutte le risorse disponibili per integrare le misure nazionali, a partire dalle fasce più povere della popolazione, le associazioni e le imprese”.

leggi anche
Gas, fornello
Pesanti ripercussioni
Caro energia, Cgil Liguria: “Aumenti oltre il 70%. Regione ed enti locali aiutino famiglie e persone fragili”

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.