Caos dilettantistico

Calcio, Seconda Categoria “campionato fantasma”. La voce del DS Tuninetti: “Probabilmente non contiamo niente”

Fabrizio Tuninetti del Borgio Verezzi

L’Eccellenza non si è mai fermata, la Promozione ritornerà questa domenica assieme alla Prima Categoria; e la Seconda?

Si è passati dal commentare l’unico campionato in campo, seppur in condizioni decisamente traballanti, dovute alle tante assenze per covid, a parlare dell’unico che non lo vedrà sino a inizio del prossimo mese.

Da più di un mese i giocatori non scendono in campo, si allenano senza una meta e con assoluta incertezza sul prossimo futuro.

E il DS del Borgio Verezzi, Fabrizio Tuninetti, sa bene cosa significhi: “Questa situazione per le società dilettantistiche è un grosso problema, non tanto per i controlli ma per un discorso economico. Le spese ci sono sempre in ogni contesto, e noi abbiamo le nostre: avendo ancora il campo in erba, per esempio, dobbiamo fronteggiare quelle per la manutenzione del manto. Anche il settore giovanile bloccato dava delle problematiche, non riuscendo più a organizzare tornei e eventi di vario tipo. Quindi io spero che sia soltanto un rinvio di una settimana alla ripresa, perché alla fine ciò che viene pregiudicato è l’interesse societario”.

Una precisazione e un messaggio alle altre realtà sportive: “Come società Borgio siamo tutti vaccinati, tutti con il Super Green Pass, disinfettiamo materiali e ambienti come da procedura e, inoltre, controlliamo il green pass a calciatori e pubblico qualora dovesse entrare. Non tutte le società lo fanno e già questa è una cosa sbagliata, perché dovrebbero farlo tutte indipendentemente dal blasone. Tuttavia, credo che ci sia una grande esagerazione per la storia dei tamponi: bisognerebbe parlare con i giocatori e concordare con loro, nel caso di una semplice influenza, di farli restare a casa contattando chi di dovere, evitando di frenare tutto come si sta facendo”.

La chiarezza ha prevalso sull’incertezza in casa Borgio, ma Tuninetti vede confuso ciò che c’è attorno: “Fortunatamente ci siamo parlati tra di noi, società e calciatori, e ci siamo chiariti bene per riprendere gli allenamenti, dopo una serie di paure e dubbi. Come Federazione credo non abbiano agito molto bene: hanno fatto continuare solo l’Eccellenza, fermando la Serie D e i campionati dalla Promozione fino a noi, per poi successivamente fermare soltanto la Seconda Categoria. Non penso che in Promozione e in Prima Categoria non ci sia il covid, quindi o fermiamo tutto o non fermiamo tutto o non fermiamo niente”.

L’ulteriore prolungamento di una settimana, al 6 febbraio, ha un piccolo lato positivo ma il dirigente rossoblù non ci sta a questo tipo di trattamento: “Forse a livello di allenamenti è ancora meglio per avere una settimana in più nelle gambe, visto che non sapevamo minimamente quando saremo ripartiti; si parlava addirittura di ricominciare oltre metà febbraio e, in quel caso, il mister non avrebbe voluto più far giocare per evitare ulteriori danni economici alla società. Probabilmente per la Federazione noi della Seconda Categoria non contiamo niente, ma cercheremo di andare avanti lo stesso”.

Infine, la più grande soddisfazione per l’intero ambiente è stata data sul campo, fin quando ci si è stati: “Sono molto contento di cosa stanno facendo i ragazzi, sono veramente un grande gruppo e non ci saranno ulteriori innesti. Il merito va sicuramente a Cordiale e Ponte, che sono riusciti a unirlo alla grande in questo periodo veramente difficile, organizzando delle cene assieme e rimanendo sempre in contatto con tutti. Infatti, quando abbiamo ricominciato gli allenamenti c’erano tutti quanti, non ne mancava uno. Per questo motivo sono orgoglioso di far parte di questa società, diventata sempre di più una grande famiglia, e che punterà a vincere il campionato o, quantomeno, a svolgere come si deve dei playoff  per salire in Prima Categoria”.

 

leggi anche
Generico gennaio 2022
Quando si gioca?
Calcio, Loano. L’entusiasmo frenato di Guallini: “Spero che ci facciano riprendere”

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.