Da sistemare

Albenga, Roberto Tomatis (FdI): “Le plance funebri di via Collodi sono decadenti, pessimo biglietto da visita per la città”

"Chiediamo che venga messa in sicurezza la plancia oppure che i manifesti funebri possano trovare una nuova collocazione più dignitosa"

Plance Funebri Albenga Roberto Tomatis

Albenga. “Le plance funebri di via Collodi? Decadenti, pessimo biglietto da visita per la città di Albenga”. Lo afferma il capogruppo di Fratelli d’Italia in consiglio comunale Roberto Tomatis, che in questi giorni ha proseguito il suo “viaggio nell’abbandono e incuria di alcune zone della città”.

“Questa volta i miei sopralluoghi tra centro e periferia mi hanno portato nella parte più a levante della città. Qui, nei pressi del ponte romano, la plancia delle affissioni è arrugginita e pericolante tanto che rischia di cadere su un terreno agricolo a fianco ed è in uno stato fatiscente ormai da diversi anni. Tra l’altro si trova appunto in prossimità di un ponte storico come quello che è di Pontelungo oggetto di studi e ricerche da parte degli studenti delle scuole”.

“A mio giudizio la promozione turistica e culturale tanto decantata dall’amministrazione comunale passa anche da una serie di interventi di manutenzione che devono essere continui e programmati nel tempo. Quello delle plance funebri è davvero un brutto biglietto da visita per i turisti che visitano la nostra città. I morti dovrebbero avere sicuramente il rispetto che meritano. E’ poco gratificante l’affissione di annunci funebri che ricordano le persone decedute su strutture arrugginite e fatiscenti”.

“Chiediamo quindi che venga messa in sicurezza la plancia oppure che i manifesti funebri possano trovare una nuova collocazione più dignitosa come meritano i nostri cari estinti”, conclude Roberto Tomatis.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.