Preso!

Albenga, furti e rapine al supermercato: “O li rubo o me li pagate voi”, arrestato in flagranza fotogallery

Aveva seminato "terrore" tra i dipendenti del market ingauno, poi le indagini e il fermo del 47enne

La polizia locale di Albenga ha arrestato R.M. di 47 anni, cittadino nordafricano pluripregiudicato che da tempo aveva instillato un clima di tensione e paura presso il supermercato PAM di viale Martiri da lui preso di mira (fin dal mese di luglio) per furti e rapine.

Se in un primo momento l’uomo commetteva i furti celando la merce sotto indumenti e cercando di non farsi notare, una volta scoperto, il suo comportamento si è fatto sempre più sfacciato e aggressivo.

R.M., nell’ultimo periodo, infatti, era arrivato a non nascondere più le sue azioni, ma, attraverso minacce e facendo valere i suoi trascorsi con la giustizia (l’uomo ha già scontato in passato una condanna per omicidio), era solito prelevare la merce dagli scaffali per poi uscire senza pagare certo, proprio a causa del clima di paura che aveva creato, di rimanere indisturbato.

I dipendenti e il titolare dell’attività commerciale, ormai esasperati, a fine ottobre hanno trovato il coraggio per rivolgersi alla polizia locale di Albenga.

Raccolte le lunghe testimonianze, gli agenti hanno attivato un presidio della zona coinvolgendo, a turno, ben 7 agenti per un lungo periodo di tempo ai fini di raccogliere tutti quegli elementi indispensabili per assicurare alla giustizia l’uomo.

Le indagini hanno portato, nella giornata di martedì, all’arresto in flagranza di reato del 47enne che è stato immediatamente messo a disposizione dell’Autorità Giudiziaria competente.

L’arresto è stato convalidato nella giornata di mercoledì 19 gennaio e R.M. è stato condannato a 1 anno e 10 mesi (pena sospesa) con divieto di dimora ed ammonimento di non tornare ad Albenga e, soprattutto, di non avvicinarsi alle vittime del reato.

Affermano gli ispettori Spanu e Marmentini a nome del Comando della polizia locale di Albenga: “Innanzitutto vogliamo sottolineare l’eccezionalità del caso, fortunatamente, infatti, ad Albenga episodi simili sono molto rari. Appena abbiamo ricevuto la notizia di reato ci siamo subito attivati iniziando le indagini con agenti in borghese e in divisa. Certi che R.M. avrebbe ripetuto i fatti abbiamo organizzato un presidio della zona costante che ha visto impegnati diversi agenti a turno”.

“Abbiamo inoltre instaurato un clima di piena disponibilità con i dipendenti dell’attività commerciali che, infatti, ci hanno prontamente chiamati durante l’ennesimo episodio di rapina permettendo il nostro intervento e l’arresto in flagranza. L’arresto è stato convalidato e soprattutto per l’uomo è scattato il provvedimento cautelare di divieto di dimora che non permetterà più a soggetto ad avere contatti con i denunciati”.

L’assessore alla polizia locale Mauro Vannucci sottolinea: “Ringrazio la polizia locale per il loro impegno e per la loro professionalità. Come Amministrazione continuiamo il nostro impegno nella lotta contro la microcriminalità studiando ogni mezzo che possa contrastare questi episodi in piena collaborazione con le forze dell’ordine.”

Il sindaco di Albenga Riccardo Tomatis aggiunge: “I ringraziamenti vanno innanzitutto agli agenti della polizia locale che in sinergia con le altre forze dell’ordine riescono sempre ad ottenere importanti risultati. Fortunatamente episodi simili non si verificano frequentemente ad Albenga e questo arresto dimostra l’efficacia dell’azione della polizia locale”.

“In questa occasione lanciare un appello alle vittime di comportamenti illeciti: denunciate e rivolgetevi alle forze dell’ordine nelle sedi opportune, solo così sarà possibile ottenere risultati concreti”.

“La Polizia Locale di Albenga è sempre pronta ad ascoltare i cittadini al fine di affrontare e risolvere eventuali problemi”.

“Nel caso specifico i nostri agenti continueranno a seguire la vicenda ponendo una particolare attenzione che la misura del divieto di dimora ad Albenga venga rispettato”.

leggi anche
vetro spaccato
Tentato furto
Brutta sorpresa questa mattina a Savona, colpita la vetrina del Topsy Self Service: caccia ai responsabili

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.