Riunione operativa

Albenga: al via i progetti di tutela, conservazione e valorizzazione dell’isola Gallinara

L'obiettivo è renderla fruibile dai cittadini, nel rispetto delle specie protette e della riserva naturale

Isola gallinara

Albenga. Si è svolta nella giornata di giovedì 20 gennaio una riunione tecnica/operativa sui due progetti che il Comune di Albenga sta portando avanti sull’Isola Gallinara. Tali progetti, finanziati con i fondi PSR 2014/2020, in particolare dalla sottomisura “Piani di tutela e di gestione dei siti di Natura 2000”, riguardano la predisposizione del “Piano di Gestione della Zona Speciale di Conservazione (ZSC)” e del Piano dell’area protetta “Riserva naturale regionale Isola Gallinara”.

Hanno preso parte all’incontro il Comune di Albenga (sia la parte tecnica con l’ing. Vacca, il geom. Marchese e l’arch. Camejo, sia la parte politica con il sindaco Riccardo Tomatis e il consigliere delegato alla valorizzazione dell’Isola Gallinara Giorgio Cangiano), i funzionari della Regione Liguria e i rappresentanti delle due società incaricate di portare avanti i progetti, la ForTea srl e la Ge.Co srl (ForTea si occuperà del Piano della Riserva Naturale Regionale “Isola Gallinara” – 48.384 euro – mentre GE.Co del Piano di Gestione della Zona Speciale di Conservazione – 47.134 euro).

Attraverso questi due piani sarà possibile tutelare e conservare il patrimonio naturalistico esistente in termini di habitat, specie animali e vegetali e biodiversità. In seguito si potrà valorizzare l’Isola Gallinara, la sua sentieristica e la riserva naturale, anche ai fini di una possibile sua fruizione futura.

“L’Isola Gallinara sta a cuore a tutti – afferma Giorgio Cangiano, consigliere delegato alla valorizzazione dell’isola Gallinara – per questo sono soddisfatto che finalmente si riesca ad affrontare concretamente il tema della conservazione e valorizzazione della stessa dal punto di vista naturalistico. Mi ha fatto piacere aver percepito, da parte della Regione, anche l’idea di una possibile futura fruibilità dell’isola, naturalmente sempre nel rispetto delle specie protette che in essa sono presenti e del loro habitat. Proprio in tale ottica i due piani che saranno realizzati sono particolarmente importanti e rappresentano il primo passo necessario per la sua valorizzazione e fruizione futura. Nelle prossime settimane – conclude Cangiano – sarà convocato un secondo incontro con la proprietà e la Soprintendenza per portare avanti un percorso condiviso che miri, in primo luogo, a tutelare la Gallinara”.

“L’isola Gallinara è un bene unico – è il commento del sindaco Riccardo Tomatis – che va tutelato e valorizzato attraverso progetti dedicati che tengano conto dell’importanza che riveste dal punto di vista naturalistico. Spero e credo che, in quest’ottica, vi possa essere pieno accorto tra tutte le parti coinvolte. Solo tutelando in maniera adeguata l’isola sarà possibile conservarne le straordinarie ed uniche caratteristiche e valorizzarla sempre più. Come abbiamo sottolineato in diverse occasioni la nostra speranza e il nostro obiettivo principale è che l’isola Gallinara possa diventare, in futuro, fruibile, sebbene in maniera controllata, dai cittadini. Un bene così importante da un punto di vista archeologico, naturalistico, culturale merita di poter essere visitato”.

leggi anche
Isola gallinara
Progetto
Gallinara, dal ministero 3 milioni per riqualificare Villa Diana. Il sindaco: “Tornerà fruibile per i cittadini”

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.