Indagini in corso

Alassio, Massimo Parodi indagato per peculato: sospeso temporaneamente dal ruolo di dg di Sca

È accusato di “ripetuto indebito utilizzo di un’autovettura di servizio tecnico/operativo della stessa Sca”

massimo parodi

Alassio. Nelle mattinata odierna, il personale dell’Aliquota Operativa del Comando Compagnia Carabinieri di Alassio ha notificato la misura cautelare interdittiva della sospensione temporanea dal pubblico servizio nei confronti dell’avvocato Massimo Parodi, direttore generale della società a totale partecipazione pubblica “S.C.A. Srl”.   

Il provvedimento è stato emesso dal giudice per le indagini preliminari presso il Tribunale di Savona per l’imputazione provvisoria di peculato, consistito nel “ripetuto indebito utilizzo da parte del dirigente, per fini non leciti, di un’autovettura di servizio tecnico/operativo della S.C.A. Srl, società incaricata della gestione operativa del servizio idrico integrato dei Comuni di Alassio, Albenga, Garlenda, Laigueglia e Villanova d’Albenga”. 

Tale provvedimento è stato emesso su richiesta della Procura della Repubblica di Savona a seguito delle indagini, consistite in servizi di osservazione e controllo nonché acquisizioni documentali, svolte dal Nucleo Operativo dei Carabinieri della Compagnia di Alassio.

Il provvedimento di sospensione “ha natura provvisoria e cautelare ed è stato emesso allo stato degli atti al fine di prevenire il pericolo di reiterazione del reato”.   

Ferrari carabinieri alassio

Il procedimento “è attualmente nella fase delle indagini preliminari e non è stata assunta alcuna decisione di merito definitiva sulla eventuale responsabilità della persona sottoposta ad indagini”. 

leggi anche
Tribunale Savona Tribunale
Posizione
Indagine e sospensione da Sca, mercoledì l’interrogatorio di Parodi. I legali: “Penalmente irrilevante il comportamento contestato”
Tribunale Savona Tribunale
Alassio
Peculato, interrogato in Procura il direttore generale di Sca Massimo Parodi

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.