Azione

Savona, il Comune incasserà quasi 2 milioni di euro con il recupero dell’Imu evasa

Sono stati mandati 665 avvisi

Comune Savona Comune palazzo Sisto

Savona. Il Comune di Savona, tramite la società, incaricata dall’ente stesso, Andreani Tributi, dovrebbe riscuotere quasi 2 milioni di euro per il pagamento, mancato o parziale, dell’Imu (imposta municipale propria) relativa agli anni 2016, 2017, 2018, 2019, 2020. Per il 2021 incasserà oltre 400 mila euro (438.859,15).

Dalle verifiche effettuate nel corso del 2021 da parte della società sono stati emessi e notificati 665 avvisi di accertamento per il recupero di quanto non corrisposto.

Nel dettaglio l’ammontare totale è pari a a 1.960.904 euro di cui 1.734.540,86 euro di imposta, 217.572,83 euro di sanzioni, 5.391,78 euro di interessi, 3.398,08 euro di spese di notifica ed 0,45 euro di arrotondamenti. Al 28 dicembre 2021 in totale sono già stati versati quasi 200 mila euro.

“In caso di inadempienza – si legge nella determina – le somme non corrisposte saranno riscosse attraverso la procedura di riscossione coattiva. I contribuenti devono effettuare il versamento di quanto richiesto con l’avviso di accertamento ricevuto entro il termine di 60 giorni dalla notificazione dello stesso”.

Più informazioni

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.