Progetto

Restyling impianto idrico, finanziamento da 1,2 mln di euro per il Consorzio Irriguo di Ortovero

Rinnovare il sistema irriguo e sostenere la produzione agricola del territorio

impianto idrico ortovero

Ortovero. Una vera modernizzazione degli impianti idrici è ritenuta una priorità per tutte le filiere agricole, con riferimento ai cambiamenti climatici e a periodi di siccità durante l’estate.

Tra le azioni principali quella delle infrastrutturazioni necessarie a questo processo, bacini ad esempio, invasi a monte e acquedotti irrigui per assicurare continuità di approvvigionamento, garantendo anche un giusto equilibrio ambientale e territoriale.

Per il Consorzio Irriguo di Ortovero, che conta oltre 150 soci tra cui 60 aziende agricole attive, è arrivato un importante finanziamento dal PSR Regione Liguria per rinnovare il sistema irriguo e sostenere la produzione agricola. Si tratta di un progetto di adeguamento della rete, oggi ancora per scorrimento, che prevede una rigenerazione radicale delle strutture consortili.

I lavori consistono nel rifacimento delle opere di presa (ulteriormente danneggiate da eventi alluvionali) e la realizzazione di un invaso in quota, che permetterà la fornitura irrigua mediante pompe e condotte a tutti i terreni iscritti al catasto consortile.

Il progetto era già in graduatoria e parzialmente finanziato; con la riassegnazione di fondi comunitari per il biennio 2021-2022, finalmente, è arrivata la totale copertura economica per un valore complessivo di 1,2 mln di euro.

Per il presidente del Consorzio Mario Buccella e il Consiglio direttivo composto da Sandro Arnaldi, Remo Basso, Federico Favero, Stefano Favero, Paolo Longo e Paolo Mascia, riconfermati a fine novembre durante l’ultima assemblea dei soci che si è svolta presso l’Enoteca regionale di Ortovero, un importante risultato operativo: “E’ una occasione storica per l’ammodernamento di una struttura ammalorata e ormai obsoleta, ma che fornisce acque irrigue a oltre 150 soci per irrigare oltre 80 ettari di terreni della piana ortoverese” sottolinea il presidente del Consorzio.

“Gli investimenti permetteranno anche l’eventuale ampliamento del servizio a terreni agricoli oggi non serviti per scorrimento, in quanto collocati a monte del canale: una azione di restyling infrastrutturale davvero significativa per il settore agricolo e per le imprese orticole e vitivinicole associate al nostro Consorzio” conclude Buccella.

“CIA Savona, che ha seguito tutte le fasi dell’istruttoria prevista dal PSR, è soddisfatta per questo obiettivo che rafforza l’infrastrutturazione di vaste superfici agricole e seguirà passo dopo passo lo sviluppo del progetto di ammodernamento irriguo, arrivando prima possibile al via dei lavori previsti dal progetto finanziato” commenta il direttore provinciale CIA Osvaldo Geddo.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.