Unione

Nasce l’associazione “Il Levante Savonese”, al centro l’alleanza per il territorio: “Punto di partenza per crescere”

Sinergia tra persone senza colori politici. Tra i tanti obiettivi, il rifacimento della strada del Parco del Beigua

Varazze. Un gruppo di amministratori, un’alleanza per il territorio. È nata “Il Levante Savonese“. Sinergia tra persone senza colori politici e appartenenze, spinte dalla volontà di porre al centro il territorio del levante della provincia con le sue esigenze. Impulso allo sviluppo: un’idea orchestrata dal consigliere regionale Alessandro Bozzano, padre di questo sodalizio.

levante savonese

“Il Levante Savonese é un’associazione di territorio – ci spiega – composta da tutti quegli elementi che hanno una connessione diretta con il territorio; quindi non solo gli amministratori ma tutti coloro che hanno un ruolo con questa parte della provincia savonese. L’obiettivo è quello di portare alle istituzioni tutta una serie di problematiche integrate sul territorio”. Le necessità, quindi, è, soprattutto, fare squadra, guardare oltre i problemi confinati nel singolo comune per capire di cosa ha bisogno l’intero comparto.

Insomma, l’unione fa la forza. “Ragionare sul comprensorio per svilupparlo – continua Bozzano – concentrarsi sull’aspetto turistico, delle infrastrutture per difendere e proteggere queste zone: tra i tanti obiettivi, il rifacimento della strada del Parco del Beigua“.

L’associazione nasce senza scopo di lucro con diciassette soci fondatori che rappresentano il comprensorio dalla Valle Erro, Sansobbia, Teiro, Orba e con la comunità del Parco del Beigua. A formare il sodalizio anche i sindaci di Albisola Superiore, Maurizio Garbarini, di Varazze, Luigi Pierfederici, di Urbe, Fabrizio Antoci, di Mioglia, Livio Gandoglia, di Stella, Andrea Castellini e il presidente della Comunità del Parco del Beigua, Ambrogio Giusto.

I soci fondatori dichiarano: “La nostra associazione lavorerà al fine di proporre programmi e soluzioni a situazioni di necessità del territorio. L’associazione rappresenta per noi il punto sinergico delle diverse individualità da essa riunite, che tramite il confronto diretto potranno arrivare a una linea condivisa per promuovere un’azione unitaria sui diversi programmi proposti”.

levante savonese

Sono orgoglioso di presiedere un nuovo e necessario progetto di rete fra amministratori – interviene il presidente Maurizio Garbarini – nato per rappresentare unitariamente un territorio vasto ed eterogeneo, dal mare all’entroterra. Parliamo da anni di comprensorio, ma solo oggi si è partiti seriamente con un progetto di squadra. Abbiamo davvero bisogno di questa associazione, per iniziare a guardare al territorio come unicità dando al piccolo comune lo stesso risalto del più grande, superando le logiche numeriche. Il nostro obiettivo è rispondere con sempre maggior attenzione alle esigenze trasversali dei cittadini che abitano il nostro Levante, adottando proposte che permettano di intercettare nuove risorse, aprendosi a soluzioni in maniera collettiva. Siamo partiti con la rappresentanza di 5 importanti realtà territoriali, ma sono certo che il gruppo sia destinato ad allargarsi. Determinante è l’ingresso del presidente della Comunità del Parco del Beigua, Ambrogio Giusto, che apre la porta a un dialogo costruttivo con l’area protetta del Parco, inserita quindi nel quadro d’insieme comprensoriale del nostro Levante”.

“Questa nuova realtà – aggiunge Ambrogio Giusto – è una grande possibilità per il nostro Levante, per iniziare a lavorare davvero tutti uniti e viaggiare insieme verso un unico grande obiettivo”. “L’amministratore deve occuparsi del territorio e la politica arriva in un secondo momento – prosegue il vicepresidente Livio Gandoglia – è l’idea che sostengo da tutta la vita e che oggi con questa nuova realtà vedo finalmente concretizzarsi. È una mia opinione personale, ma credo condivisa dai tanti colleghi oggi qui presenti. Coltivare il proprio orticello è una grande perdita di forza, lavorare insieme porta invece alla risoluzione vera dei problemi”.

Parole di grande entusiasmo anche quelle pronunciate dal segretario Luigi Pierfederici: “Grazie a tutti i colleghi che sono qui. Come comprensorio dobbiamo guardare ai punti d’incontro del territorio, lasciando indietro eventuali diversità di partito. Questa realtà porterà a rafforzare il Levante. Siamo a un punto di partenza importante per far crescere un territorio dal grande potenziale, ma che fino ad oggi ha potuto contare su poca rappresentatività”.

“Sono felice di poter finalmente partecipare a un contenitore che racchiude in sé l’intero territorio, dal mare ai monti – conferma anche il tesoriere Fabrizio Antoci –. Se ne parla da sempre, ma fino ad ora non si era mai tradotto in vere politiche territoriali. La volontà è di portare aria nuova per presentare benefici alla costa ma anche e soprattutto all’entroterra, che oggi sta soffrendo particolarmente per lo spopolamento e diverse altre problematiche”.

“Uno vale uno, insieme valiamo tanto – conclude Andrea Castellini -. Lavorare insieme, sedendo allo stesso tavolo, è un valore aggiunto per il territorio e gli abitanti che lo vivono, una logica che si inserisce, superandolo, nel sistema che troppo spesso lascia indietro i piccoli comuni”.

Ma l’associazione Il Levante Savonese non si limita ad aprirsi ai soli amministratori, accogliendo al suo interno anche esponenti del mondo dell’associazionismo o semplici cittadini impegnati nel sociale: “Tra i nostri obiettivi primari c’è quello di poter diventare interlocutore privilegiato di tutte le associazioni presenti sul territorio – precisano i soci –. Siamo convinti che le associazioni siano la voce del territorio e proprio per questo l’azione amministrativa debba avere nell’associazionismo uno dei suoi maggiori punti di riferimento”.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.