Cordoglio

Loano in lutto: è scomparso Eugenio Scasso, storico interprete della maschera Puè Pepin

Ex tecnico di laboratorio, era attore amatoriale e volontario Avis

Eugenio Scasso Loano

Loano. La città dei Doria perde uno dei suoi concittadini più “rappresentativi”. Nelle scorse ore, infatti, è scomparso Eugenio Scasso, figura molto nota del mondo della cultura e del sociale.

Scasso ha interpretato per anni Puè Pepin, una delle tre maschere tradizionali del carnevale loanese; inoltre, ogni estate dava vita a Torquemada, il persecutore della strega protagonista della sfilata della Festa delle Basure. L’associazione Vecchia Loano, che da anni organizza il CarnevaLoa, sta ricevendo in queste ore decine di messaggi di cordoglio da parte di altre associazioni carnevalesche di tutto il nord Italia.

Ma non solo: appassionato di recitazione, era spesso impegnato in piccole e grandi produzioni teatrali locali ed è stato protagonista anche di qualche “comparsata” televisiva grazie al suo aspetto austero ed elegante. Collaborava attivamente con la sezione Avis di Loano.

“Oggi è un triste giorno per tutti noi – affermano il presidente di Avis Loano Fabio Mauri e il consiglio direttivo – Purtroppo ci ha lasciato il nostro caro Eugenio Scasso. Con lui abbiamo perso un amico, un rappresentante storico dell’Avis comunale di Loano come donatore, consigliere e collaboratore. Una persona che per la sua stranezza e unicità lascerà un vuoto importante nell’associazione. Proprio domani, domenica 12 dicembre, ci sarà la giornata delle donazioni di sangue. Lui era sempre presente, con il suo sorriso e la sua ironia. ‘Faccio tutto io’, diceva. Ci mancherà. E glielo dicevamo anche quando era in vita: ci mancheranno i suoi messaggi giornalieri su WattsApp per augurarci una buona giornata”.

“Beh, Eugenio tu eri fatto così. E dicevi sempre: ‘Io me me ne andrò via dall’Avis quando te ne andrai via e non sarai più il presidente’ – aggiunge Mauri – E invece mi hai fatto un brutto scherzo, te ne sei andato via prima tu. Che dire: grazie di tutto cuore per quello che hai fatto nell’Avis comunale di Loano. Non ti dimenticheremo mai. Buon viaggio caro amico, riposa in pace”.

Scasso ha lavorato per anni in ambito sanitario, svolgendo inizialmente la professione di infermiere generico; diventato tecnico di laboratorio, in questa veste aveva prestato servizio prima al Ruffini di Finale Ligure e poi al Santa Corona di Pietra Ligure, dove ha chiuso la sua carriera.

Gli ex colleghi lo ricordano con affetto e simpatia: “Eugenio era un attore in teatro e nella vita prendeva tutto per scherzo. Con la sua allegria riusciva ad alleggerire anche le situazioni più pesanti. Chi lo ha conosciuto non lo potrà mai dimenticare. In questo momento di lutto siamo vicini alla figlia e a tutti coloro che gli hanno voluto bene”.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.