Futuro

Case e ospedali di comunità, il Pd: “La giunta regionale brancola nel buio: dice quanti saranno, ma non sa ancora dove”

Per il territorio di Savona l’ipotesi è di sei case di comunità e di due ospedali di comunità

Medico Stetoscopio Dottore

Liguria. Piano nazionale di ripresa e resilienza, case di comunità e ospedali di comunità. Sono questi i temi delle due interrogazioni discusse stamattina in consiglio regionale e presentate rispettivamente da Roberto Arboscello (Pd-Articolo Uno, sottoscritta da tutto il gruppo) e da Enrico Ioculano (Pd-Articolo Uno, sottoscritta da tutto il gruppo).

Arboscello ha chiesto alla giunta in che numero e dove saranno realizzati le case e gli ospedali di comunità sul territorio della provincia di Savona. Il consigliere ha ricordato che Il Pnrr prevede sul territorio nazionale di 1.288 nuove casa di comunità e 381 nuovi ospedali di comunità per l’assistenza di prossimità entro il 2026 eppure, senza alcuna pianificazione, sono già stati comunicati dal presidente Giovanni Toti, tramite stampa, alcuni siti su cui si sta valutando di intervenire per la realizzazione di questi presidi.

Ioculano ha chiesto alla giunta in che numero e dove saranno realizzati le case e gli ospedali di comunità sul territorio della provincia di Imperia. Il consigliere ha ricordato l’investimento nazionale previsto dal Pnrr e che vi è urgente necessità di una pianificazione a livello regionale dei siti che saranno presi in esame per la realizzazione delle nuove strutture sanitarie e di un tempestivo confronto con la cittadinanza interessata per arrivare a soluzioni condivise.

L’assessore Marco Scajola ha risposto su delega del presidente della giunta con delega alla sanità Giovanni Toti ricostuendo il cronoprogramma che prevede entro il marzo prossimo la sottoscrizione del contratto istituzionale di sviluppo per realizzare anche le case di comunità e gli ospedali di comunità, fra Regione e ministero. Il documento di dettaglio della Regione circa l’individuazione dei siti è in via di perfezionamento: per il territorio di Savona l’ipotesi è di sei case di comunità e di due ospedali di comunità, per l’imperiese sono previste cinque case di comunità e un ospedale di comunità.

“la giunta ha risposto sui numeri, ma non sulla collocazione. Brancola nel buio sul futuro della sanità a Imperia e Savona: dicono quanti saranno gli ospedali e le case di comunità ma non sa dove sorgeranno. A tre mesi dalla sottoscrizione dei contratti sembra inverosimile che la giunta non abbia ancora individuato i siti e le strutture. Ci aspettiamo per l’ennesima volta delle scelte unilaterali”, affermano i consiglieri regionali Roberto Arboscello e Enrico Ioculano.

“Abbiamo già assistito al declassamento dell’ospedale San Giuseppe di Cairo in ospedale di comunità con una decisione calata dall’alto senza nessun confronto e ascolto dei bisogni dei cittadini. Visto che entro marzo 2022 dovrà avvenire la sottoscrizione dei contratti per la realizzazione ospedali e case comunità, il nostro timore è che anche le prossime scelte ricadranno sul territorio senza una condivisione. E quindi ci domandiamo quali saranno i criteri che utilizzerà la giunta per localizzare queste strutture e se prevede dei momenti di incontro con i cittadini e le amministrazioni locali, per scongiurare il ripetersi di quanto accaduto a Cairo”, aggiunge Arboscello dopo la risposta alla sua interrogazione in aula.

“Saremmo curiosi di sapere quale futuro immagina la giunta e l’assessore alla sanità Giovanni Toti per la Asl1 – commenta il consigliere regionale Enrico Ioculano – Oggi le notizie le apprendiamo dai giornali, mentre in aula non si riescono ad avere risposte chiare e puntuali. Vorremmo ad esempio capire se l’ospedale di comunità sarà il reale futuro dell’ospedale di Bordighera: in quel caso quale sarà il rapporto con i privati che avrebbero dovuto costruire l’ospedale con il pronto soccorso se, come abbiamo letto sui giornali, sarà trasformato in ospedale di comunità? Se bisogna investire dei fondi bisogna definire con chiarezza spazi e funzioni per tempo e con una programmazione chiara e dettagliata. Ma tutto questo non sta avvenendo”.

leggi anche
Marco Russo Savona
Messaggio
Savona si candida ad ospitare una Casa della Comunità. Russo: “Coinvolgere il capoluogo nelle politiche sanitarie”

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.