Intervista post partita

Calcio, Pietra. Pisano soffre ma vince: “Così mi resterà poco”

Le parole del tecnico andorese al termine di Pietra-Arenzano

Contro l’Arenzano è arrivata la seconda vittoria stagionale per il Pietra Ligure tra le mura amiche del “De Vincenzi”, dopo quella contro il Taggia.

Un pirotecnico 3-2. con sempre qualche sofferenza di troppo per i locali, ma una vittoria importantissimi ai fini degli obiettivi del team di Mario Pisano, il quale commenta: “Se continuo a soffrire così mi restano pochi anni da vivere in panchina. Dobbiamo essere più maliziosi: sprecare tutte queste occasioni e mettersi così nei guai in questa maniera. Tuttavia, la squadra ha fatto una partita di grande generosità e intensità contro una squadra forte: se nelle ultime sei partite non perdi, in questo campionato di pazzi, vuol dire che hai dei valori. Devo rendere merito a Corradi che, con il suo modo di intendere calcio, ci ha messo nelle condizioni di doverci snaturare. Nonostante la troppa sofferenza e qualche assenza importante, la squadra ha risposto presente”. 

Una vittoria targata Niccolò Alfano, un giocatore importantissimo per il tecnico andorese: “Davanti abbiamo dei giocatori dalle qualità pazzesche. Niccolò non ha mai avuto l’opportunità di giocare con continuità e ha 23 anni. Deve maturare sulla gestione di determinati momenti, mentre calcisticamente nessuno lo mette in discussione e non ha bisogno del mio aiuto: io posso aiutarlo a capire quei momenti per completarsi. Oggi è stato freddo e ha giocato una grande partita, creando molte occasioni pericolose, confermando quanto sia un giocatore importante nel nostro rooster”.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.