Com'è andata

Al via la pulizia straordinaria di Savona, ritiro degli ingombranti in tutta la città e spazzamento della zona a ponente

L'assessore Pasquali: "C’era molto arretrato e continueranno a ritirare anche nei prossimi giorni"

Spazzatura Savona bidoni Savona

Savona. Al via a Savona al servizio di pulizia straordinaria della città. Sono stati ritirati gli ingombranti in tutte le zone ed è incominciato anche lo spazzamento meccanico nella parte a ponente, in via Stalingrado.

“C’era molto arretrato e continueranno a ritirare anche nei prossimi giorni”, ha riferito l’assessore con delega al ciclo dei rifiuti Barbara Pasquali.

Questo il primo bilancio della pulizia straordinaria della città della Torretta iniziata ieri con lo spazzamento meccanico e il lavaggio delle strade. Proseguirà poi nelle prossime settimane, fino alle festività natalizie, tutti i giovedì e i venerdì delle prossime settimane.

L’annuncio della decisione assunta dal sindaco di Savona Marco Russo aveva scatenato fin da subito le polemiche dell’opposizione, anche in consiglio comunale dopo la presentazione da parte dell’assessore al bilancio Silvio Auxilia dei costi (70 mila euro). Invece, i sindacati, dopo un primo momento in cui sono stati molto critici verso l’amministrazione comunale, hanno accolto favorevolmente l’iniziativa accompagnata anche dall’assunzione di 35 precari.

leggi anche
Pulizia straordinaria Savona
Work in progress
Prosegue la pulizia straordinaria di Savona, spazzamento a Legino e lavaggio del centro
Bidoni spazzatura Savona
Chiarezza
Ata, Cisl: “Soddisfatti per l’accordo sull’occupazione, ma perplessità sull’utilizzo distorto delle cooperative”

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.