Rincorsa

Terza dose, in Liguria primi posti a Natale: Toti chiede di tornare ai ritmi di giugno

Nelle prossime ore il piano di potenziamento per raggiungere subito le 12mila dosi al giorno

giovani vaccino

Liguria. Per fare la terza dose di vaccino anti-Covid a Genova bisogna aspettare un mese, a meno di colpi di fortuna. La prova l’abbiamo fatta oggi pomeriggio: i primi posti liberi negli hub si trovano sotto Natale, se non direttamente a gennaio, anche se può capitare di trovare qualche slot nelle farmacie, che tuttavia sono quasi tutte esaurite fino a febbraio. Sono gli effetti della nuova stretta del Governo per rendere la vita molto più difficile a chi non si è immunizzato: uno spauracchio generale che si riflette anche nei dati del sistema di Liguria Digitale.

Tanto che il presidente Giovanni Toti in queste ore ha dato alle Asl indicazioni perentorie: bisogna tornare ai livelli di produzione di maggio-giugno, quando in Liguria era stato sfondato il record delle 20mila dosi in un solo giorno e si viaggiava su una media di 14-16mila quotidiane. Per ora, dati dei bollettini Covid alla mano, il sistema degli hub e delle farmacie riesce a garantirne più di 10mila. La Regione ha chiesto alle Asl uno sforzo per arrivare almeno a 12mila nei prossimi giorni, in modo da allargare le agende e ridurre il più possibile i tempi di attesa.

A far impennare la domanda di vaccinazioni non è solo il super green pass che entrerà in vigore il 6 dicembre anche in zona bianca. Da una parte c’è l’obbligo vaccinale che dal 15 dicembre si estende a nuove categorie (personale scolastico e forze dell’ordine) e che dovrà essere rispettato pena la sospensione e la perdita dello stipendio. Dall’altra c’è la scadenza del green pass anticipata a 9 mesi che impone la somministrazione della terza dose a una fetta sempre più ampia di popolazione (perlomeno gli over 40 che al momento hanno diritto a riceverla).

C’è poi un altro dato: l’anticipo della terza dose a 5 mesi dal completamento del ciclo vaccinale è ormai effettivo e anche i sistemi di Liguria Digitale, come conferma l’amministratore unico Enrico Castanini, si sono adeguati alla novità. Tutti gli aventi diritto possono prenotare a partire dalla prima data utile dopo il quinto mese, ma non è detto che si riesca a trovare posto. Ed è per questo che nelle prossime ore sarà messo a punto il piano di potenziamento.

L’andamento dei numeri delle somministrazioni è piuttosto indicativo. Il 19 novembre erano state effettuate 630 prime dosi e 5.831 dosi aggiuntive. Oggi, a distanza di una settimana, le prime dosi sono 958 e quelle aggiuntive sono 8.556 (ieri 8.960). Per la dose booster sono state registrate in tutto 306.580 prenotazioni, di cui 73.445 over 80, 15.691 operatori sanitari, 2.556 immunocompromessi. Per la prima dose, invece, risultano 2.786 persone attualmente prenotate e in attesa.

leggi anche
Vaccinazioni Chiostri di Santa Caterina Finale Ligure
Causa - effetto
Coronavirus, Toti: “Super green pass spinge le prenotazioni”
Nuovo presidio No Green Pass del Cub
Presidio
Presidio No Super Green Pass, Loschi (Cub): “Nessun significato sanitario, è solo uno strumento coercitivo”
bar ristorante mascherina
Tutte le risposte
Covid, dal 6 dicembre l’introduzione del super Green Pass: ecco che cosa cambia
Vaccino, a Genova il primo hub aperto anche di notte
Il caso
Morte di una 75enne ultrafragile dopo la terza dose: l’Asl di Imperia indaga

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.