Big match

Spotornese-Priamar Liguria è la sfida tra Calcagno e Bresci, mister del presente e del futuro

Mister giovani e felici di allenare società solide e strutturate, ma se continuano così le sirene estive non mancheranno

Spotornese-Priamar Liguria

Al numero 12, come i punti conquistati, della via che va verso la Prima Categoria sono due i condomini. La Spotornese e la Priamar Liguria. Oltre all’ambizione e ai punti in classifica, il comun denominatore sono gli allenatori: giovani e ambiziosi.

Alessio Bresci e Luca Calcagno rappresentano al meglio le nuove leve del calcio savonese. Il primo, dopo il percorso nelle giovanili rossoblù, aveva raccolto una prima squadra salvatasi ai play out dopo un anno travagliato. La stagione dopo, la pandemia ha imposto lo stop quando la squadra era stabilmente nella griglia play off. Quest’anno, la Priamar ha soltanto vinto in campionato e ha già fatto suo il big match contro la San Francesco Loano. Oltre a questo, è iniziato il lancio di giovani rossoblù tra i grandi: su tutti spiccano le prestazioni del giovane 2004 Luca Bianchi. “Da tempo volevo farlo esordire”, aveva affermato mister Bresci.

Luca Calcagno ha dimostrato di saper vincere senza avere a disposizione i classici squadroni. Con il Varazze Don Bosco, è stato protagonista di un’incredibile vittoria del torneo di Prima Categoria, partendo dal fondo della classifica, e di guadagnare il salto, l’anno seguente, in Eccellenza.

Un lavoro di campo di valore riconosciuto da molti addetti ai lavori che, guardando un po’ ad altre situazioni, porta a chiedersi come mai società di categoria superiore non hanno puntato con convinzione su tecnici emergenti. Non se ne fa un problema Calcagno che, in occasione della trasmissione Parliamo di Sport, ha spiegato come quello che conta davvero non è tanto la categoria ma la possibilità di poter lavorare bene con una società solida alle spalle, come lo sono Priamar Liguria e Spotornese d’altronde.

leggi anche
Priamar Liguria batte San Francesco Loano
Tabellini
Seconda Categoria “B”: la Priamar fa il colpaccio, la Spotornese non sbaglia, exploit Varazze

Guardando ai numeri, le squadre si presentano alla sfida con la medesima differenza reti: + 8. Per la Spotornese è frutto di 10 goal fatti e 2 subiti. Numeri più alti per la Priamar: 12 reti all’attivo e 4 al passivo.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.