Tradizione

Roccavignale, il presepe prende vita: Sofia Strazzarino sarà il volto della Madonna

In ottemperanza alle norme anti-Covid, i personaggi principali faranno parte della stessa famiglia: il papà Michele sarà San Giuseppe e la sorella Gaia l'angelo.

Generico novembre 2021

Roccavignale. Si chiama Sofia Strazzarino, ha 19 anni, studia architettura al Politecnico di Milano ed è appassionata di arte in tutte le sue forme. Il suo sarà il volto della Madonna del Presepe Vivente di Roccavignale, edizione 2021.

Una partecipazione di lungo corso, quella di Sofia al Presepe Vivente, nonostante la sua giovane età: ha cominciato in fasce nel 2002 con il ruolo di Gesù Bambino. Per anni, è stata angioletto, poi Angelo della consolazione, Angelo dei pastori, Angelo del Sogno, Arcangelo e quest’anno appunto, la Madonna.

In ottemperanza alle norme anti-Covid, la Pro Loco ha scelto quest’anno di riunire nelle scene principali della rappresentazione interi nuclei famigliari e dunque Sofia avrà con lei nella capanna il papà Michele nel ruolo di San Giuseppe e la sorella Gaia come angelo. Presente nel presepe anche il fratello Gioele, nel gruppo dei soldati.

Assegnati i ruoli principali, continua il lavoro della Pro Loco di Roccavignale per organizzare gli altri dettagli del Presepe Vivente, che quest’anno tornerà in presenza e si svolgerà nel borgo della frazione Strada nelle serate del 22, 23 e 24 dicembre a partire dalle 19,30 con l’apertura delle taverne.

Nei prossimi giorni, verranno individuati i bambini nati nei due anni precedenti che si alterneranno nel ruolo di Gesù Bambino.

Una grande attenzione verrà prestata alle misure di prevenzione del contagio: l’ingresso nel borgo sarà possibile solo con green pass, che sarà controllato dai carabinieri.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.