Preoccupazione

Piaggio, faccia a faccia sindacati-commissario: “Auspichiamo rassicurazioni su nuovo piano di cessione”

La Fim Cisl chiede garanzie sul futuro produttivo e occupazionale

Il ministro Orlando in visita allo stabilimento Piaggio

Villanova d’Albenga. “Come Fim Cisl di Savona riconoscendo il grande lavoro fatto in questi anni dal Commissario Nicastro, e nell’apprendere con la giusta preoccupazione l’interruzione delle trattative di vendita di Piaggio con il gruppo italo-svedese, con il quale sembrava fosse imminente l’acquisizione, chiediamo di dare continuità all’azione in maniera sinergica per completare alle migliori condizioni il processo di cessione”.

Lo afferma Simone Mara, coordinatore Fim Cisl savonese sullo stop alla procedura di vendita che era arrivata alla sua fase conclusiva.

“Si tratta di un passaggio decisivo per i tutti i lavoratori di Piaggio – in cui hanno diritto essere inseriti a pieno titolo anche i lavoratori di Laerh – e per il futuro dell’azienda, per la quale il Governo ha diritto di esercitare il “golden power”.

“La situazione richiede urgenza e condivisione per perseguire le priorità di garantire, da un lato, la continuità aziendale attraverso un flusso di cassa e di attività nelle diverse aree e, dall’altro, di poter procedere sulla commessa dei P180 con l’ufficializzazione di un contratto formale per permettere l’ordine delle fusoliere e puntellare la situazione di Laerh, fornitore delle stesse”.

“In questa complessità abbiamo bisogno che il MISE, grande assente in questa delicata fase, dia seguito concretamente alle intenzioni più volte espresse ed insieme agli altri Ministeri competenti si faccia parte attiva per la risoluzione definitiva di questa vertenza. Gli obiettivi sindacali devono essere prioritariamente quelli della salvaguardia occupazionale e del rilancio competitivo dell’azienda evitando, per quanto possibile, particolarismi o fughe in avanti che rischiano di creare inutili tensioni e distrazioni, e serrando le fila attorno alla Rsu” conclude l’esponente sindacale.

“A fronte delle ultime novità è indispensabile capire e condividere un nuovo percorso che traguardi un’acquisizione che garantisca l’occupazione, l’integrità aziendale, la territorialità delle attività produttive nonché il rilancio dello stabilimento nonché dei servizi e dei prodotti in esso realizzati – aggiunge Simone Pesce, responsabile Ast-Cisl Savona.

“Nel prossimo incontro con il Commissario già calendarizzato ci attendiamo di ricevere informazioni rispetto agli scenari che si potrebbero prospettare e rassicurazioni rispetto ad un nuovo piano d’azione ed alla tempistica necessaria per realizzarlo. La vertenza, a fronte dell’impegno e dei sacrifici di tanti (in primis dei lavoratori che da anni vivono nell’incertezza) nonché della strategicità del settore per il Paese, necessita di una soluzione positiva e definitiva per la quale, per l’ennesima volta, chiediamo un interessamento dei Ministeri competenti e del Governo” conclude.

leggi anche
p1hh
Preoccupazione
Piaggio Aero, Venzano (Cisl): “Il Governo acceleri sul drone, lo diremo la prossima settimana nell’incontro col Commissario”
Avanti EVO Piaggio
Incontro
Piaggio, la trattativa non si ferma. Commissario Nicastro: “Nuove interlocuzioni con altri soggetti”

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.