Cultura

Oscar del Piatto di Nettuno, premiate cinque eccellenze enogastronomiche liguri: il riconoscimento anche a Cristina Bolla

Organizzatrice di eventi enogastronomici da vent’anni e presidente di Genova Liguria Film Commission e del Centro Studi Amadeo Peter Giannini

Genova. Ieri presso il Salone di Rappresentanza del Comune di Genova, Palazzo Tursi, si è svolta la premiazione di cinque realtà imprenditoriali che si sono distinte per la valorizzazione e la promozione del comparto agroalimentare in Liguria.

I vincitori (selezionati da una giuria composta da Pietro Bellantone, Elisabetta Nanetti e Virgilio Pronzati) sono: Alessandro Boccardo della pasticceria Romeo Viganotti, Cristina Bolla organizzatrice di eventi enogastronomici da vent’anni e presidente di Genova Liguria Film Commission e del Centro Studi Amadeo Peter Giannini, Sofia Cavassa del pastificio Novella, Paolo Calcagno dell’omonima azienda agricola esportatrice di basilico nel mondo e Vincenzo Drago dell’omonima forneria.

Il prestigioso Oscar è un’istituzione in Liguria che premia le eccellenze liguri da 32 anni.

Un plauso alla presidente dell’Associazione Costi Guglielmina che, da 32 anni pone l’accento sul settore agroalimentare del nostro territorio e un ringraziamento a Virgilio Pronzati, che rappresenta un faro nel settore dell’enogastronomia non solo ligure, ma internazionale.

Oscar Piatto Nettuno Cristina Bolla

“L’entusiasmo che vedo oggi – dice l’assessore al commercio Paola Bordilli – non è scontato, soprattutto dopo un periodo come questo contrassegnato dal Covid. L’Associazione Piatto di Nettuno ha alle spalle 32 anni di lavoro fatto per la città e la consegna di questi premi, oggi, lancia un messaggio di speranza per il futuro e lo fa anche grazie alle eccellenze di questa città. Le targhe che sono state date oggi sono un simbolo del grande lavoro svolto fin qui da cinque realtà eccezionali del territorio che, in un modo o nell’altro, hanno portato Genova non solo fuori dai confini della città, ma anche fuori dai confini nazionali. Per questo voglio richiamare l’attenzione anche sulla responsabilità civica che si ha quando si riceve un premio come questo e mi auguro che il loro lavoro possa essere di esempio”.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.