Cordoglio

Incidente mortale a Ceva, la vittima è il pietrese Riccardo Massimino

Per lui non c'è stato nulla da fare: indagini in corso sulla dinamica dello scontro fatale

riccardo massimino

Pietra Ligure. E’ un pietrese, Riccardo Massimino, 59 anni, la vittima dell’incidente mortale avvenuto a Ceva sulla statale 28.

L’uomo è deceduto dopo esser stato investito da un’auto mentre percorreva via Mondovì a bordo della sua bicicletta. Il 59enne è stato travolto dalla vettura e per lui non c’è stato nulla da fare nonostante i soccorsi e i tentativi di rianimazione: troppo gravi i traumi riportati nell’impatto e nella successiva caduta sull’asfalto.

L’esatta dinamica del fatale sinistro è ancora in fase di ricostruzione: sul posto hanno operato i carabinieri per i rilievi e gli accertamenti del caso.

La salma è ancora a disposizione dell’Autorità Giudiziaria in attesa dell’esito dell’indagine.

Massimino era molto conosciuto a Pietra Ligure e nel comprensorio, anche se da qualche anno si era trasferito a Ceva. Personaggio eclettico ma sempre ben voluto, disponibile e sorridente, nonostante una vita non certo facile: era seguito dai servizi sociali e svolgeva lavoretti saltuari come giardiniere o guardiano.

Negli ultimi tempi trascorsi a Pietra Ligure ha lavorato anche per la ditta Aimeri nella raccolta dei rifiuti.

La notizia della morte di Riccardo Massimino ha raggiunto la comunità pietrese: cordoglio e commozione sono stati espressi con numerosi messaggi arrivati anche via social, una persona rimasta nei cuori di tante persone che gli hanno voluto bene.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.