Botta e risposta

Incidente alla Gran Fondo di Carcare, polemica in Consiglio comunale fotogallery video

Respinta la richiesta di una commissione speciale avanzata dalla minoranza

incidente granfondo carcare

Carcare. E’ stata respinta la richiesta di costituire una commissione speciale a seguito del grave incidente avvenuto in via Barrili a pochi metri dall’arrivo, lo scorso 12 settembre in occasione della Gran Fondo ciclistica che aveva provocato il ferimento di alcuni concorrenti.

La discussione in Consiglio comunale a seguito della proposta avanzata dalla minoranza.

“Riteniamo legittima e doverosa la nostra richiesta di costituire una commissione speciale mirata, al fine di fornire risposte concrete e precise sull’accaduto ai cittadini carcaresi e ai diretti interessati rimasti coinvolti in prima persona in quel triste giorno” affermano i consiglieri comunali del gruppo “Impegno per Carcare” Alessio Morrone, Daniela Lagasio e Rodolfo Mirri.

“Al di la di eventuali aspetti di responsabilità civile e/o penale che non sono sicuramente di nostra competenza e che non ci interessa nemmeno cavalcare, siamo dell’avviso che la politica ha il dovere di non sottrarsi ad operazioni di verità, ne va della credibilità, della politica e delle persone che siedono nelle istituzioni chiamate ad assumersi le proprie responsabilità, motivo per il quale, ricordiamolo, sono state elette”.

“Prendiamo atto di questa ennesima ed alquanto discutibile scelta dell’amministrazione” concludono gli esponenti di opposizione.

Il sindaco Christian De Vecchi ha replicato affermando che la richiesta come “atto di accusa” nei confronti dell’amministrazione è sbagliata e che sull’incidente è opportuno che siano le autorità ed enti preposti ad occuparsi di eventuali responsabilità e danni provocati ai ciclisti in gara.

“È evidente la volontà delle minoranze di voler utilizzare, impropriamente, lo strumento della commissione speciale per accusare o amministratori o dipendenti comunali, della responsabilità di quanto accaduto – ha risposto il sindaco De Vecchi. È esplicitamente scritto nel testo della loro richiesta”.

“È normale quindi che un Consiglio comunale costituito da persone ragionevoli, rigetti questo tipo di richieste. Giusto che, le dinamiche di quanto accaduto nell’incidente stradale tra privati e l’accertamento delle responsabilità, sia fatto come da normalità da organi o istituzioni preposti a farlo, assicurazioni, periti e autorità giudiziaria se opportuno”.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.