Critica

Illuminazione pubblica ad Albenga, Lega e Forza Italia: “Più spesa, meno resa”

"L'amministrazione Tomatis ha firmato un appalto con Engie per l’efficientamento energetico di moltissimi punti luce in cambio di una città al buio"

comune albenga municipio

Albenga. “Dopo un incontro con i dirigenti responsabili del settore illuminazione pubblica, prendiamo atto che l’amministrazione Tomatis ha firmato un appalto con Engie per l’efficientamento energetico di moltissimi punti luce in cambio di una città al buio”. Lo affermano, in una nota, i consiglieri comunali di minoranza Cristina Porro e Gerolamo Calleri (Lega) ed Eraldo Ciangherotti (Forza Italia).

“Nel dettaglio – spiegano -, sulla base della fotografia delle bollette 2018, pari a euro 862 mila all’anno, avremo un risparmio di circa il 40% sulle bollette ma Albenga, grazie alla lungimiranza del Sindaco Tomatis, dovrà pagare ad Engye un importo annuo pari a 750 mila per 15 anni. Ciò significa che, per 15 anni, avremo un’illuminazione pubblica efficientata in cambio di una minore illuminazione di strade e vie”.

“Maggiori saranno i risparmi sulla bolletta, maggiori saranno i guadagni di Engie. Per altro dando ad Engie carta bianca nella valutazione delle necessità illuminanti delle nostre strade, non avendo l’Amministrazione predisposto nè il piano urbano del traffico nè il piano illuminazione. Sul bilancio del Comune di Albenga, pertanto avremo maggiori costi senza alcun investimento in nuova illuminazione, senza sostituzione dei pali esistenti, senza spostamento dei lampioni coperti tra gli alberi” concludono.

Più informazioni
leggi anche
Eraldo ciangherotti
Buio
Illuminazione pubblica ad Albenga, Ciangherotti (FI) a Radiuk: “Finto approccio ecosostenibile per giustificare l’ingiustificabile”
comune albenga municipio
Approvazione
Illuminazione pubblica, il Comune di Albenga ha firmato il contratto con Engie
illuminazione lampione led
Risposta
Illuminazione pubblica, l’amministrazione ingauna replica alle minoranze: “Polemiche su temi che non comprendono”

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.