Taglio del nastro

Cairo, inaugurata Piazza della Vittoria. Il sindaco: “Non esiste bello o brutto, deve essere il nostro orgoglio”segui la diretta

"L'abbiamo inaugurata appena pronta, non è campagna elettorale"

Inaugurazione piazza della Vittoria a Cairo

Cairo Montenotte. L’attesa è stata lunga, oltre i 299 giorni (in totale 350) previsti all’inizio dei lavori che si sono prolungati a causa della pandemia, del maltempo e per la realizzazione di alcune migliorie tecniche ed estetiche. Ma oggi piazza della Vittoria è pronta a mostrare il suo nuovo look. Questo pomeriggio, infatti, il taglio del nastro alla presenza delle autorità che ha dato il via all’inaugurazione. Presenti il sindaco di Cairo Paolo Lambertini, l’assessore regionale all’urbanistica Marco Scajola, il presidente della Provincia di Savona Pierangelo Olivieri, oltre ai progettisti degli studi Voarino Cairo, Rossi Secco di Imperia, Rocca Bacci Associati di Genova.

La cerimonia, compresa di benedizione da parte del parroco Don Mirco Crivellari, ha visto l’accompagnamento musicale della banda Giacomo Puccini e del soprano Daniela Tessore. Nel corso del pomeriggio altre iniziative arricchiranno l’evento (QUI il programma) tra specialità locali, momenti dedicati alla memoria e un excursus storico sulla piazza.

Fontane, illuminazione a led e nuove sedute: Piazza della Vittoria cambia volto 

Uno spazio ampio, prima “sgombro” e prevalentemente su un unico livello, lascia il posto a fontane, muretti, pergolato e nuovi arredi. Particolare attenzione non solo all’architettura, ma anche alla funzionalità e all’ambiente. Tutta l’illuminazione è affidata a lampadine e strisce a led, che contornano scale e sedute.

Scenografiche le otto fontane al centro della piazza, anch’esse illuminate, che accolgono i passanti che provengono da via Roma e da piazza Abba: sei con il getto a pavimento e due dall’alto, delimitate da alcune aiuole.

Non manca uno spazio dedicato agli eventi: accanto al Monumento ai Caduti, un palco rotondo fisso che ospiterà spettacoli e serate.

Ai lati della piazza anche una pergola di ferro installata con lo scopo di creare zone d’ombra sopra i muretti che fungono da sedute e quindi da luoghi di socializzazione.

Importanti interventi anche alla pavimentazione, con il rifacimento dell’impermeabilizzazione del solaio del parcheggio sotterraneo. A lavori in corso si è deciso di installare un ulteriore telo a protezione della guaina su tutti gli 8.050 mq della piazza.

Per quanto riguarda i materiali, sono tre quelli utilizzati: il porfido recuperato dalla vecchia pavimentazione (risparmiando così circa 100mila euro) , la “ghiaia lavata” e il travertino bocciardato, con cui sono stati realizzati alcuni elementi strutturali, come la scalinata, e altri di arredo. Il tutto per un totale di circa un milione e 840 mila euro e 15 mesi di lavoro.

“Con il nostro progetto volevamo un’interpretazione delle intenzioni dell’amministrazione, che ha dato delle indicazioni molto precise e serie – ha spiegato l’architetto Marco Rossi – Siamo partiti dal significato. La piazza è uno spazio che si erge tra due città: quella nuova, di espansione novecentesca con una forma geometrica, e quella vecchia, caratterizzata da linee più morbide. In una piazza uno degli elementi importanti è il portico, abbiamo deciso di realizzarlo attraverso le fontane che tagliano a metà la piazza, e un pergolato, che sovrasta delle panche. Alcuni dicono che è molto grande, ma in realtà è proporzionato alla dimensioni della piazza”.

Il commento del sindaco Paolo Lambertini

“Siamo partiti con l’idea che questa era una piazza da rimettere in ordine, non era possibile che una città come Cairo potesse avere una piazza nelle condizioni in cui era, non era decorosa – dice il sindaco Paolo Lambertini -. È la piazza principale, il punto di incontro di tutti quanti noi“.

“A luglio 2017 abbiamo sistemato i giardini mettendoli in sicurezza. Per quanto riguarda la piazza, all’inizio abbiamo fatto solo qualche intervento e l’assicurazione non accettava più di stipulare polizze per la gente che cadeva. Poi c’erano anche i problemi delle infiltrazioni e l’ammaloramento delle colonne strutturali del parcheggio sotterraneo”.

“Siamo riusciti ad ottenere questo finanziamento da parte della Regione – continua soddisfatto Lambertini -. Un progetto – questi i costi riferiti dal primo cittadino – che cubava 1 milione e 800 mila euro, di cui circa 400 mila stanziati dal Comune. E, cosa rara e virtuosa, abbiamo sforato di soli 40mila euro rispetto alle previsioni”.

“Abbiamo rispettato i tempi del cronoprogramma – sottolinea -, solo sforato di due mesi a causa maltempo. Un ritardo in più accettabile. Ringraziamo tutti coloro che hanno lavorato senza stop in questa piazza. Da parte della Regione c’è stato un interesse ben riposto”.

E poi per quanto riguarda l’aspetto estetico Lambertini commenta: “Il bello e brutto è soggettivo, quello che è oggettivo che la piazza è elegante, alza la qualità della vita dei cittadini ed è più fruibile grazie alle sedute, all’illuminazione, alle fontane. Se vogliamo bene a Cairo, dobbiamo smetterla di dire che è brutta, ma dire quanto è bella ed esserne orgogliosi. Prima della progettazione – sottolinea – abbiamo fatto un questionario per raccogliere i desideri dei cittadini su cui si è basata la riqualificazione estetica e funzionale della piazza”.

Non è mancato anche un messaggio rivolto a chi sostiene che l’opera sia stata terminata vicino al voto delle Comunali per fare campagna elettorale. “Avremmo potuto inaugurare la piazza ad aprile, invece l’abbiamo fatto oggi perchè noi siamo così e puntiamo su una politica del fare, come dimostrano i tanti lavori svolti agli asfalti, al fiume, alle scuole e molto altro che abbiamo realizzato in questi 4 anni e mezzo”, afferma Lambertini.

Presente alla cerimonia anche l’assessore regionale all’urbanistica Marco Scajola: “Abbiamo stanziato circa 1,5 milione di euro per la riqualificazione urbana di una piazza importante per Cairo – ha detto -. Sono quegli interventi che la Regione mette al centro: intervenire nelle zone strategiche dei Comuni della Liguria per rendere più vivibile il territorio. Stiamo investendo molte risorse su questi interventi, recentemente abbiamo finanziato 30 Comuni in tutta la regione, su Cairo l’investimento è stato certamente significativo e nei prossimi mesi seguiremo altri progetti”, ha concluso.

Proprio riguardo a futuri finanziamenti il sindaco Lamberti approfitta della presenza dell’assessore per chiedere ulteriori fondi. “Il nostro desiderio è quello di far diventare Piazza Abba un tutt’uno con Piazza della Vittoria, ma per realizzare questo progetto servono altri soldi”, evidenzia il primo cittadino.

“Ringraziamo il Comune, ci siamo sentiti parte della città – dicono i progettisti e le aziende che hanno realizzato i lavori – A Cairo ci siamo sentiti a casa, i consigli dei cittadini, del sindaco, dell’assessore non sono cose da poco, ti fanno sentire parte del progetto, parte di un pezzetto di storia di questa città”.

leggi anche
lavori piazza vittoria cairo
Ci siamo
Cairo Montenotte, completato il restyling di piazza della Vittoria: il 27 novembre l’inaugurazione
lavori piazza della vittoria cairo
Ritardo
Cairo, rinviata la fine lavori in piazza della Vittoria: il cantiere durerà fino a fine settembre
lavori piazza della vittoria - cairo montenotte
Cantiere aperto
Cairo, al via il restyling in Piazza della Vittoria
riqualificazione urbana per Piazza della Vittoria e Piazza Abba
Restyling
Cairo, progetto di riqualificazione urbana per piazza della Vittoria e piazza Abba
palazzo di città cairo
Da lunedì
Cairo, sede del Comune a Palazzo di Città: via ai lavori per permettere il trasloco
i cambiamenti di piazza della vittoria cairo
Dall'800 a oggi
Cairo, la storia di piazza della Vittoria: da “spazio di confine” ad anima della città
Inaugurazione piazza della Vittoria a Cairo
Brutto gesto
Cairo, vandali in piazza della Vittoria: subito dopo l’inaugurazione danneggiate fontane e aiuole
Inaugurazione piazza della Vittoria a Cairo
Dubbi
Cairo, interrogazione della minoranza su piazza della Vittoria: “In caso di neve disagio e pericolo per i pedoni”

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.