Seconda categoria

Borgio Verezzi, il dg Tuninetti non le manda a dire: “Arbitri irritanti nei nostri confronti”

Parole decise a tutela del lavoro della squadra guidata da mister Fabio Cordiale

Fabrizio Tuninetti del Borgio Verezzi

Borgio Verezzi. Il direttore generale del Borgio Verezzi Fabrizio Tuninetti ha parole dure nei confronti dell’operato dell’arbitro del match di ieri perso 2 a 1 contro la Priamar Liguria.

In qualità di direttore generale,  vorrei che la società Borgio Verezzi non venisse considerata come una società di un piccolo comune. Sono abbastanza stufo delle decisioni che vengono prese nei confronti della società Borgio Verezzi: da quello che è successo in Coppa, anche se poi ci siamo qualificati a quello che ho visto in queste prime due giornate di campionato, gli arbitri hanno un modo di arbitrare e di predisporsi, con errori e comportamenti sempre molto irritanti nei nostri confronti.

Prosegue il dg dei rivieraschi: “Una giornata espulsione di un nostro giocatore per doppia ammonizione, quando la prima ammonizione era inesistente, giusta la seconda. Seconda di campionato, direzione arbitrale a senso unico con espulsione di un nostro giocatore con rosso diretto da ultimo uomo a centrocampo, per una trattenuta della maglia, quando sulla linea della metà campo c’erano altri due giocatori loro e due nostri difensori, rigore assegnato a loro nel recupero, rigore netto, ma prima c’era una simulazione gigantesca non fischiata”.

“Ogni giocatore che in campo fa un verso fischiano fallo, non faccio i nomi delle squadre con cui sono successi i fatti, ma dico e ridico che la Società Borgio Verezzi deve essere presa in considerazione come tutte le società che ci sono, soprattutto da quelle società con grandi nomi. Prima di arbitrare, gli arbitri devono conoscere il regolamento”, conclude Tuninetti.

leggi anche
Priamar, al via la nuova stagione.
Seconda categoria
Priamar, il ds Alessio Mantelli replica a Tuninetti: “Troppa TV, macché malafede degli arbitri!”

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.