Viale pontelungo

Albenga, controlli dei carabinieri e dei Nas nei negozi etnici: sanzioni e sequestri di prodotti alimentari

La materia dei controlli sui requisiti igienico sanitari degli esercizi commerciali è sempre all’attenzione dei carabinieri

Albenga Controlli Carabinieri Negozi Etnici

Albenga. Due giorni di controlli dei carabinieri di Albenga e dei Nas di Genova in tutti gli esercizi etnici di viale Pontelungo (con particolare attenzione agli alimentari, bar e macellerie) per la verifica dei requisiti igienico sanitari. Questo il servizio disposto dal comando di compagnia, che ha visto impegnate tre squadre del Nucleo Anti Sofisticazione ed altrettante pattuglie in uniforme, le quali hanno attentamente controllato ogni esercizio commerciale del quartiere.

L’esito dei controlli ha consentito di rilevare alcune infrazioni amministrative e di effettuare sequestri di merce. In particolare, al titolare di un mini market è stata elevata una sanzione amministrativa di mille euro per il mancato rispetto delle più elementari norme in materia igiene; sono stati sequestrati 18 chili di prodotti ittici ed è scattata la relativa segnalazione all’Asl. E’ stata inoltre elevata una sanzione di 2 mila euro per aver omesso di predisporre l’Haccp.

Un altro mini market è stato segnalato al dipartimento prevenzione dell’Asl2 per la mancanza dei requisiti igienico strutturali.

In un bar i militari hanno contestato al titolare una sanzione amministrativa di mille (con segnalazione dell’Asl) per non aver non aver rispettato le norme generali in materia di igiene e per la mancanza dei requisiti igienico strutturali.

Il titolare di una macelleria etnica è stato sanzionato con una multa di 660 euro per aver commercializzato prodotti privi di etichetta e in alcuni casi con etichetta in lingua incomprensibile. In questo caso sono stati sequestrate 150 confezioni di prodotti alimentari e informato il dipartimento di prevenzione dell’Asl2 savonese.

Altri esercizi commerciali sono stati sanzionati per non aver predisposto idonea informazione sugli ingredienti dei prodotti in vendita: anche in questo ne sono stati sequestrati alcuni.

Le segnalazioni all’Asl condurranno ad un esame da parte degli ispettori sanitari, esame che potrà portare alla chiusura degli esercizi commerciali in caso di inadempienza delle prescrizioni che verranno intimate.

La materia dei controlli sui requisiti igienico sanitari degli esercizi commerciali è sempre all’attenzione dei carabinieri, che con la specialità del Nas possono, come in questo caso, svolgere ispezioni precise e capillari.

Nei prossimi mesi i controlli si sposteranno anche in altri quartieri soprattutto nel periodo natalizio.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.