Caldo natale

A Loano tornano i “Nipoti di Babbo Natale” che esaudiscono i desideri natalizi dei “nonni” del Ramella

Chiunque potrà realizzare il sogno di un ospite, diventando “Nipote di Babbo Natale” per un giorno e regalando così un sorriso ad un nonnino

Loano Residenza Protetta Ramella

Loano. Il Comune di Loano ha deciso di aderire nuovamente all’iniziativa “Nipoti di Babbo Natale”, il progetto dell’associazione onlus “Un sorriso in più” che consente di trasformarsi in Santa Klaus ed esaudire il desiderio degli anziani ospiti delle residenze protette di tutta Italia. A Loano ne saranno protagonisti i “nonni” del Ramella.

L’iniziativa è molto semplice, ma di grande impatto: gli anziani del Ramella sono stati intervistati dal personale della residenza protetta e hanno espresso un piccolo desiderio; la loro “letterina natalizia” è stata poi pubblicata sul sito dei “Nipoti di Babbo Natale”.

Collegandosi al portale www.nipotidibabbonatale.it chiunque potrà realizzare il sogno di un ospite, diventando “Nipote di Babbo Natale” per un giorno e regalando così un sorriso ad un nonnino.

“I ‘Nipoti di Babbo Natale’ rappresenta un innovativo strumento di contrasto alla solitudine – commenta il sindaco di Loano Luca Lettieri – nonché un’occasione straordinaria, per gli anziani, di poter esprimere un desiderio e riscoprire così la bellezza dell’attesa e la speranza nel futuro e nelle persone. Soprattutto, sapere che qualcuno pensa a loro e si impegna per renderli felici costituisce per i nostri ‘nonni’ un motivo per sentirsi importanti, meno soli e, soprattutto, parte di una famiglia”.

“Natale – aggiunge l’assessore alle politiche sociali Manuela Zunino – è spesso un periodo molto difficile per gli anziani ospiti delle residenze protette. In tanti casi non hanno affetti con i quali trascorrere le feste o i loro familiari sono lontani e impossibilitati a fare loro visita con regolarità. Ma con il progetto ‘Nipoti di Babbo Natale’ ciascun ‘nonno’ potrà trovare una nuova famiglia (anche se virtuale) e qualcuno in grado di regalare loro un momento di gioia e gratificazione. In questo modo, nessuno dei nostri anziani si sentirà solo a Natale”.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.