Parola al mister

Speranza, Davide Girgenti: “I ragazzi hanno voglia di imparare, faremo un’ottima stagione”

Bilancio positivo dopo l'ultima gara del girone di Coppa Liguria

Cogoleto. Lo Speranza ha centrato l’obiettivo qualificazione in Coppa Liguria, chiudendo il proprio girone al vertice, imbattuto. Negli ottavi di finale, mercoledì 10 e mercoledì 24 novembre, se la vedrà con la Campese.

Sul campo del Città di Cogoleto, i savonesi, nel primo tempo, sono stati concreti e cinici sotto porta, mostrando un’idea di gioco senza mai affidarsi a lanci lunghi. Davide Girgenti, a fine gara, commenta così: “Faccio i complimenti ai ragazzi: oggi siamo venuti con sei giovani della Juniores che abbiamo fatto esordire ed abbiamo cercato di mettere minutaggio nelle gambe dei ragazzi che hanno giocato meno finora. Mi fa molto piacere che si sono meritati questo passaggio del turno. Ieri abbiamo fatto un allenamento per preparare questa gara ed hanno risposto tutti al meglio. La società sta lavorando tanto sui giovani e adesso andiamo ad affrontare la prossima gara sempre con la stessa modalità, puntando tanto sui giovani, perché questa è l’idea della società”.

Nella ripresa i rossoverdi hanno gestito il vantaggio. “Nel secondo tempo ho cambiato alcuni giocatori, li ho provati in altri ruoli per capire se possiamo contarci durante la stagione in ruoli differenti da quelle che sono le loro capacità e le loro abitudini – spiega il tecnico -. Sicuramente il Cogoleto meritava il gol, ha avuto delle occasioni. L’importante è che non si sia fatto male nessuno perché noi venivamo da un periodo difficile, domenica scorsa abbiamo giocato con sei giocatori fuori. Siamo contenti, adesso ci prepariamo alla partita di San Cipriano, tra due domeniche. Per fortuna domenica siamo in sosta, speriamo di recuperare tutta la rosa al completo“.

Davide Girgenti ha iniziato quest’estate, con la società rossoverde, una nuova avventura. “Dopo l’esperienza di Legino cercavo qualcosa di tranquillo, che mi permettesse di lavorare coi ragazzi – afferma -. Mi piace lavorare coi giovani, la società mi ha proposto un progetto interessante. Non ho guardato la categoria, perché le idee mie e le idee della società combaciavano. Mi trovo benissimo: è una società che ha voglia di crescere e di migliorarsi, io mi sto trovando bene soprattutto coi ragazzi, perché hanno fame, hanno voglia di imparare e non sono appagati. Sono molto contento e sicuramente faremo un’ottima stagione“.

leggi anche
Sp
Girone e
Coppa Liguria, lo Speranza vince a Cogoleto e passa il turno

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.