IncredulitÀ

Sicurezza sul lavoro, Garibaldi (PD): “Da giunta prima no a iniziative contro morti bianche, poi marcia indietro”

"Increduli che su un tema come questo ci possano essere divisioni"

Sedi istituzionali e palazzi del governo

Liguria. “La destra fa marcia indietro e dopo una prima bocciatura, proposta dall’assessore Scajola, all’ordine del giorno del Partito Democratico che chiedeva alla Regione di prendere decisioni urgenti in merito a morti e infortuni sul lavoro, decide di votare a favore”. Così il capogruppo del Partito Democratico Articolo Uno dopo la discussione in aula dell’Ordine del giorno del Pd sulla sicurezza nei luoghi di lavoro.

Il Consiglio regionale ha infatti approvato all’unanimità l’ordine del giorno 332, presentato da Luca Garibaldi (Pd-Articolo Uno), e sottoscritto dai colleghi del gruppo, che impegna la giunta a convocare le parti sociali e le componenti della società regionale ad un tavolo per il rilancio dello sviluppo e dell’occupazione da concretizzarsi nel “Patto per il lavoro e per il clima”; a convocare il Tavolo di coordinamento per porre il tema della sicurezza sui luoghi di lavoro; a sviluppare una medicina del lavoro adeguata e strutturata in grado di prevenire gli infortuni, formare le aziende e i lavoratori e di vigilare sui luoghi di lavoro.

Il documento, infine, impegna la giunta ad adoperarsi affinché vi sia collaborazione tra imprese, rappresentanze dei lavoratori e le istituzioni per far crescere la cultura della sicurezza.

Stefano Balleari (FdI) ha proposto il rinvio in commissione per approfondire il tema, Sergio Rossetti (Pd-Articolo Uno) ha respinto la proposta e ha chiesto alla giunta le motivazioni di un’eventuale parere contrario dell’ordine del giorno. Fabio Tosi (Mov5Stelle) e Roberto Centi (Lista Ferruccio Sansa presidente) hanno annunciato voto favorevole al documento. L’assessore Marco Scajola, su delega del presidente Toti, in una lunga e articolata risposta ha motivato il parere negativo al documento, in quanto non è coerente con la normativa vigente. Mabel Riolfo (Lega Liguria-Salvini) ha proposto un emendamento alla luce delle obiezioni dell’assessore. Garibaldi, a sua volta, ha proposto alcune modifiche all’impegnativa, che sono state accolte dalla maggioranza.

“Alla fine – spiega – la destra fa marcia indietro e decide di approvare l’ordine del giorno, che chiede alla Regione di prendere decisioni urgenti in merito a morti e infortuni sul lavoro; di convocare il Comitato regionale sulla sicurezza sui luoghi di lavoro e di iniziare un percorso insieme ad aziende e sindacati per informare e sensibilizzare sul tema delle morti bianche”.

“Siamo però comunque sconcertati e increduli – conclude Garibaldi – che su un tema sensibile come questo si sia dovuto discutere per raggiungere un obiettivo che invece non dovrebbe vedere divisioni. Invece, prima Scajola dice che la giunta è contraria e invita la maggioranza a votare contro, poi cambia idea dopo le nostre proteste: resta il fatto che il Tavolo sulla sicurezza nei luoghi di lavoro che doveva essere convocato nel 2020 non è stato ancora indetto”.

leggi anche
Incidente mortale sul lavoro a San Quirico, operaio schiacciato da un tubo
Nulla da fare
Incidente sul lavoro, operaio muore schiacciato da un tubo

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.